una tranquilla serata di spinning….

spinning_01.jpgStasera c’è il pienone con le 34 bikes tutte coperte (Teto e tu dov’eri?). Saluti di rito, pallidi sorrisi,  fra qualche minuto incominciamo. Parte la musica, si spengono le luci. Rimane solo la lampada al wood che trasforma i colori in bizzarri contrasti in bianco e nero.  Dopo la tranquilla fase di riscaldamento, il ritmo lentamente sale. Passano 15 minuti prima di vedere la prima goccia che dalla fronte cade sul manubrio. Nei 60 minuti successivi ne seguiranno molte altre, fino a formare quella piccola pozza di cui ogni biker è orgoglioso a fine lezione. La lezione è un “interval non codificato”, o almeno così afferma Paolo, peccato che nonostante siano ormai anni che pratico questa disciplina, confesso di fare ancora fatica a capirne la differenza con quello “codificato”. Ora la lezione si fa impegnativa. Serie di jump si alternano in sequenze da 8, 4 e 2, mentre sapientemente l’istruttore propone un’alternativa versione drum based di Madame Butterfly. La musica penetra ossessivamente nel cervello mentre il corpo inizia a sentire la fatica. Inizia il braccio di ferro tra i muscoli che esausti, chiedono di sedersi sul sellino per una tregua e il cervello che ordina di non mollare e continuare a spingere. Le spalle ondeggiano, accompagnando le gambe che alternativamente spingono sui pedali. Mi tiro su le spalline della mia maglia tecnica, non tanto per il caldo quanto per scoprire la parte alta dei bicipiti imperlati di sudore. In fin dei conti è l’unico vezzo da vanesio, insieme alla bandana da pirata, che mi concedo durante le mie sedute. Brevi momenti di recupero sono benedetti come oasi in un deserto, mentre la bottiglia da litro di gatorade viene bevuta avidamente. Siamo arrivati alla parte finale. Il ritmo techno incalza. I movimenti dei 34 bikers che, all’inizio della lezione andavano all’unisono, incominciano a farsi via via più scordinati. Parte lo sprint finale, 20 secondi scanditi da un conto alla rovescia che bastardamente Paolo prolunga ripetendo più volte il meno 3, come un disco incantato. I denti digrignano, le facce si deformano in smorfie tirate dalla fatica. Mentre chiudo gli occhi immaginando di essere come Cipollini sul traguardo di via Roma a Sanremo, mi disinteresso del cardiofrequenzimetro che ormai è stanco di segnalarmi da quanto tempo sia fuori soglia. Non posso mollare adesso. Se devo schiattare che sia, se non altro sarà una fine gloriosa e diventerò la leggenda della palestra. Ciò fortunatamente non avviene anche se le gambe bruciano come non mai. Gli ultimi istanti sentono le urla liberatorie, di uomini, donne, giovani e non, unite in coro in una sorta di collettivo orgasmo agonistico. La musica cambia. Lentamente una versione chill-out di With or without you degli U2 consente al mio organo vitale primario di tornare ad una frequenza più consona. Le luci si accendono, i tacchetti metallici delle scarpette segnalano lo sganciarsi dei piedi dai pedali per permettere la necessaria fase di stretching. Anche questa sera è andata e il polar che ho al polso ne traccia un bilancio statistico. Un’ora e 13 minuti, una frequenza media dell’81%, una punta massima al 98 e  842 le calorie bruciate……per stasera un bel piatto di bucatini alla amatriciana me lo sono proprio guadagnato.

Annunci

16 commenti

Archiviato in me myself and I, Senza categoria, Sport

16 risposte a “una tranquilla serata di spinning….

  1. nuvoladipiume

    domani ci sarà una folla da orgia fuori alla tua palestra !
    ma non è che sono tutte costruzioni della tua mente ?
    credo che dovresti cambiare sport …un pò di rilassato yoga ?
    non potrei…..e chi mi tiene fermo?

  2. Per pura solidarietà bucatini anche per me stasera
    🙂
    i miei erano squisiti e ricchissimi…..

  3. ade

    mihhhh tutta sta fatica per bruciare…..
    e poi ti fai i bucatini????
    no tu ci prendi in giro……:-)
    ho anlizzato per un attimo se dovessi fare 1h di spenning…i miei legamenti e menischi urlerebbero vendetta…..meglio una bella camminata veloce…
    ahahahah….scusa se rido Ade, ma lo spenning è quello che fai quando acchiappi una gallina dopo che gli hai tirato il collo ehehehehe
    🙂

  4. ok…pant pant… aspetta che mi siedo che sò stanca solo per aver letto !!!
    io quando facevo aerobica …dopo una faticaccia del genere… non riuscivo a mangiare … solo frutta e poi a nanna !!! 😛 altrimenti per ke cavolo le bruciavo le calorie !!! 😀
    mangiare è uno dei piaceri che preferisco…

  5. Martina

    Mi dispiace doverti annunciare che dopo 3 lezioni di spinning ho appeso la cyclette al chiodo…Evidentemente non ho più l’età! Chissà come sarà contenta la fortunata che sfrutta le capacità cardiache e polmonari che conseguono! Ps. passo allo yoga, preferisco essere elastica piuttosto che resistente….Buona serata!
    non dipende dall’età, ma da come lo fai e magari da con chi……evidentemente non hai trovato i giusti istruttori.
    PS: chissà?

  6. ade

    beh vedi lato positivo del cambio di vocale, potrebbe essere un nuovo sport…
    se la gallina abbia le piume bruci di piu’……quella con pelle liscia…….beh decidi tu…..

  7. ade

    cazzarola mi sono incatata…
    la frase giusta e’
    se la gallina ha le piume bruci di piu…..
    oh signor sto gatto …….
    Forza Ade ce la possiamo fare…..gira la ruota e compra una vocale eheheheh
    PS: comunque a parlar di spenning mi viene in mente l’allenamento che faceva Rocky Balboa nel primo dei tanti film della serie

  8. corrichetipassa

    ….hey ma sei folle bucatini di sera…mai troppi carboidrati prima di andare a nanna
    p.s. concordo con velvet…. mi ha stancato solo a leggerlo…vuol dire che l’hai scritto bene :-)))
    …però preferisco l’aerobica low impact o il corpo libero con ottima musica associata
    …bici ? Solo all’aria aperta
    Buon allenamento 😉
    benvenuto/a corrichetipassa e grazie per il commento. Aerobica low impact sa di vorrei ma non voglio far fatica. Concordo invece sulla musica come doping sportivo. Bici? ovvio che anche all’aria aperta ha il suo bel perchè, ma la sera d’inverno…..

  9. Saccottino

    Cavolo, se dopo un mese e mezzo di corpo libero ho già un ginocchio che scricchiola e mi fa male, non oso pensare cosa succederebbe dopo un’ora di spinning!!!meglio restare al caro vecchio nuoto!buona serata
    il nuoto piace anche a me, ma alla lunga lo trovo noioso. Mi costringo a farlo giusto per non trovarmi dei tricipiti da paura e due braccetti mingherlini……

  10. luciamarte

    perchè il tuo post NON sembra la descrizione di una “seduta” di spinnig??? Forse spenning era giusto…
    p.s.: cambia sta musica ti prego!
    eppure mi sembrava chiaro il contesto……
    😉
    PS: si lo so, la musica fa cagare, ma non ho trovato la versione di Madame Butterfly che ho pedalato…

  11. Martina

    Sono passata ad usufruire della tua playlist, l’ultima scelta é veramente particolare! Forse ho le casse troppo vicine e troppo alte, ma mi fa venire la tachicardia! Se dovessi sentirla stando al volante mi arresterebbero per eccesso di velocità della luce….Buon weekend!
    vedi il commento sopra…..
    Buon we anche a te

  12. noemichiara

    ….quanto ti capisco…anch’io vado molto fiera delle mie macchie di sudore sotto la bike…medaglie al valore dimostrato ahahahhaha a hahhahahhahahah e stanca ma felice, fradicia da poter strizzare le trecce tanto sono piene di sudore..passo ad una meravigliosa sauna rilassante e ad una grandiosa doccia.
    Poi si ricomincia con una buonissima pizza margherita! ahahahhaha ah hahahahhahaha Buon week end!

  13. nuvoladipiume

    riusciresti a irretire anche una tranquilla e noiosa casalinga ligure…..che si inventerebbe di tutto …..per ammosciarti !

  14. …stendiamo un velo sulla musica,vuoi??!? 🙂
    ma x il resto,complimenti!!! dopo averti letto anche il mio organo vitale primario sembrava accellerato…sei stato proprio bravo a descrivere la seduta,e alla fine,sarebbe stato bello avere anche noi alcune goccioline che rigassero i nostri visi…e magari consumare anche un terzo delle calorie che hai buttato giù tu,soltanto leggendoti….ma non sarebbe giusto….e allora approfitto di questo tiepido sole ed esco a fare una corsetta sul lungomare……

  15. ERIKA

    sei proprio simpatico! dev’essere fichissimo fare spinning con “with or without you”..qs canzone è talmente bella e forse serviva proprio per staccare la mente dal corpo..che in quel momento faticava troppo…anch’io poi qdo facevo spinning pensavo al piattino di cibo che mi meritavo con le calorie bruciate!!! Bye
    in realtà avrei voluto staccare le gambe dal corpo da quanto bruciavano. Ieri sera l’insegnante ci ha rifilato il karaoke verso la fine della lezione con una canzone di Battisti……e non è facile cantare quando hai il battito al 90%…..

  16. selena74

    Bravo, bravo…e bravo!Lo spinnig brucia calorie, tonifica i muscoli e scarica la mente!Fatto come si deve poi rende il doppio!
    Puo’ sembrare faticoso oltremodo, ma se l’insegnante è bravo (o brava) e ti fa lavorare in soglia è una passeggiata! (…oddio…una passeggiata…forse ho esagerato!)
    continua così!

    (abbiamo appena trasmesso un messaggio promozionale da una ex insegnante di spinnig perorante causa!) 😉
    Baci, Selena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...