il kick off

Si chiama così quando c’è l’inizio ufficiale di un progetto. Il mio capo ci chiama settimana scorsa a questo incontro, siamo una quindicina. Non è che ci sia molto entusiasmo. E’ un progetto che per quanto sia comprensibile per i benefici che porterà all’azienda, non sentiamo molto nostro. Però ci tocca e cerchiamo di fare buon viso a cattivo gioco. Gioco….si infatti, tra le mille cose da fare nei prossimi 12 mesi ci sarà anche questo gioco, e lui, forse per sottolineare la cosa, che cosa fa? Va a prendere un paio di squadre del Subbuteo (chi ha i capelli grigi o assenti dovrebbe ricordarsi di quel gioco sul calcio figlio di un’epoca in cui la playstation era sconosciuta) e distribuisce i giocatori, uno per ognuno dei partecipanti, proprio li, accanto al documento in powerpoint finemente stampato a colori e rilegato con una bella spirale con al presentazione. Lo guardiamo un po’ incuriositi. E’ la prima volta che accade, non vorra mica organizzare una partita sull’enorme tavolo della sala riunioni?!!! “Vi chiederete il significato di  questi immagino. E’ un modo per dire che in questo progetto dobbiamo lavorare di squadra. Questa tra l’altro non è la riproduzione di una squadra a caso, ma dell’Italia campione del mondo 4 anni fa. E’ quello lo spirito infatti che dovremo avere per portare a termine questo progetto. Non è impossibile, ma bisogna crederci e lavorare gli uni per gli altri. Idelamente mi sento come Lippi quando distribuisce le maglie prima della partita. Voi siete i migliori giocatori che potevo schierare in ognuono dei vostri ruoli. Singolarmente valete molto, ma insiemepotete diventare imbattibili. Questi giocatori spero siano per voi un porta fortuna. Per me terrò il portiere, in modo da cercare di parare tutti i tiri insidiosi che ci arriveranno. Buon lavoro a tutti.” Mah…..le facce intorno al tavolo erano un po’ stranite. Alcuni hanno colto lo spirito, altri secondo me un po’ meno e lo dimostrano lasciando il gadgettino sul tavolo. Che dire….Intanto l’omino basculante in questo momento mi sta guardando mentre scrivo……..  PS: ma voi l’avete mai avuto un capo così strano?immagini-iphone-046.jpg

16 commenti

Archiviato in Lavoro, me myself and I, Senza categoria

16 risposte a “il kick off

  1. ade

    hai detto “STRANO”……
    ti mando un po’ i miei e poi …..mi farai sapere!!!!!
    ma adesso dobbiamo chiamarti MISTER??????…
    ehehehehe….può essere

  2. keight

    Dopo aver letto il tuo post ho avuto modo di dare agli omini del Subbuteo un altro senso!
    Di solito quando dico “mi sento come un omino del Subbuteo” è perche mi sento instabile, insicura, privata di energie, soggetta alle altrui volontà (leggi: colpo di nocca :-))
    Ah, conosco questo gioco pur non avendo i capelli grigi, e pur avendoceli, i capelli!

    Il tuo capo è indubbiamente strano! Però il mio, al kick off meeting di venerdì scorso, non mi ha regalato niente 🙂
    che capo tirchio che hai. Comunque gli omini ondeggiano tanto, ma poche volte cadono.

  3. Che il vostro capo ha appena terminato di frequentare un mini corso serale di gestione delle risorse umane?
    Sta cosa suona molto come “siamo una squadra fortissimi” e mi fa un po’ ridere.
    in effetti come darti torto. Caspita ma tu sei un esperto del settore……

  4. Papero

    Casualmente proprio venerdì pomeriggio, mi sono trovato nella stessa situazione del tuo capo. L’azienda per cui lavoro ha 40 dipendenti e io ne governo circa la metà. Molti dei miei ragazzi li ho scelti personalmente, altri me li sono ritrovati da colleghi scivolare sottoposti e alcuni non hanno gradito. E continuano a farmelo pesare mettendomi i bastoni fra le ruote. Ho messo in chiaro, che se non entrano nel gioco di squadra a fine anno vedranno i loro contratti di consulenza terminare. Cartellino Giallo, continuando la metafora calcistica! Per costringerli ho deciso che nessuno avrà progetti di cui si occupa da solo ed in esclusiva e che la rotazione sul lavoro sarà gestita da me direttamente. Voglio costringere i più giovani ad affrontare ostacoli sempre più complessi e i “vecchi” a non personalizzare troppo la loro prestazione. Mi sono caricato di lavoro, gestire gli appuntamenti e valutare che ogni persona sia in grado di fornire la prestazione richiesta, ma spero che alla fine tutti capiscano che lo faccio per renderli migliori, dar loro una visione più aperta e per riuscire a sopportare qualunque imprevisto con la massima scioltezza. Anche io farò parte della turnazione e andrò a verificare che gli standard che predico siano applicati. Adesso che ci penso la mia squadra assomiglia a quella della pallavolo più che a una di calcio. Cmq la creatività che ha dimostrato il tuo capo va promossa…Io come al solito sono stato un piccolo Mussolini!
    vincere e vinceremo? No ti prego…….

  5. ciulia

    domanda: perchè ti sei tenuto il portiere?
    forse perchè è l’unico che può usare le mani?

  6. Saccottino

    Beh, anche il mio di capo è stranetto, moderno e intraprendente, si, si, certo, ma mai una cosa del genere…cmq non mi è sembrato carino che alcuni abbiano lasciato lì il giocatore, al di là se hanno apprezzato o meno la stranezza….vabeh!
    concordo, ma fortunatamente ognuno è libero di esprimersi…..anche in questo modo.

  7. Violadelpensiero

    Si ma un toshiba come sfondo non vale!!!!!
    non me ne parlare, è quello che “devo” usare in ufficio……’na chiavica. Fortuna che a casa col mio powerbook……

  8. Principe

    Senza dubbio una situazione originale…
    Proprio qualche giorno fa parlando del più e del meno dicevo che vorrei procurarmi nuovamente il subbuteo…ore ed ore a giocarci, che spettacolo!
    Se vai in edicola trovi come allegato alla gazzetta una bellissima raccolta delle squadre storiche…..(jingle promotion)

  9. Al termine del progetto – sono certo che tutto andrà bene – gli potrete cantare:
    “PO-PO-PO-PO-PO-POOOO-PO
    “PO-PO-PO-PO-PO-POOOO-PO..”
    Paolo
    ps. il mio capo è OK, quelli più su…. lasciamo perdere.
    nooooo, e ora chi se la toglie più dalla testa…”PO-PO-PO-PO-PO-POOOO-PO
    “PO-PO-PO-PO-PO-POOOO-PO..”

  10. ilgattosyl

    In effetti era un blog a trabocchetto al quale però alcuni di voi non ci sono cascati. Il capo in questione ero io. Mi piaceva però vedere dei pareri quanto più possibili imparziali. Anche in questo modo si impara no? Si lo so, non tutti gli ingranaggi nel mio cervello girano bene……

  11. sorridente

    Io non ho i capelli grigi ma da piccola a subbuteo ci giocavo anche io!!! Bel tipo però il tuo capo!!! 🙂
    Bellissimo oserei dire…..eheheheh

  12. Martina

    Controllato anche i cestini nel corridoio? Magari l’hanno preso sì…e suicidato più in là….
    Tu avresti fatto così vero?
    😉

  13. noemichiara

    …ho lavorato con gli americani e, per quanto predichino bene e razzolino male, con loro quello che imparavi subito era che bisogna lavorare di squadra e che si è tutti sulla stessa barca, un unico team!…..a me piaceva…ti senti spalleggiato dai colleghi e di sicuro non ti aspetti una pugnalata ogni volta che ti giri…come purtroppo accade in certi luoghi quì in italia.
    Si, ma intanto loro non hanno il Subbuteo in versione football americano….

  14. ade

    BUONA PASQUA !!!!!
    tantisi auguri a te e a GL……
    Ade
    Ade ormai è ufficiale. O ti emozioni quando vieni a trovarmi, o la tua tastiera inghiotte le lettere….
    😉

  15. Un passaggio a filo radente per augurarti una dolce e serena Pasqua !!! smackkk

  16. Martina

    Mi conosci anche troppo…Fortuna che non sei il mio capo!
    Dipende molto da chi é il capo…il capo che avevo a Milano non aveva un briciolo di fantasia, ma il koala che mi ha regalato dopo un viaggio in Australia lo tengo ancora caro nel mio comodino e lui é mio amico su FB…L’ultimo capo che ho avuto, quello che mi ha lasciato il suo posto e mi ha scelto come delfina, quindi gli devo ciò che ho adesso, mi generava una fortissima orticaria, per i suoi modi ruvidi e per lo spirito da caserma, é ancora odiato da tutte le femmine dell’ufficio nonostante sia fuori da quasi un anno. Se mi avesse regalato un oggetto, nonostante la massima gratitudine e lo spazio che mi ha dato, avrei trovato il modo di infilarlo nel trita-documenti….Niente di personale….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...