ci sono giorni in cui…

PREMESSA: chiedo venia anticipatamente per il tono un po’ greve del post. L’ho scritto a caldo e a distanza di qualche ora lo riscriverei in un altro modo. Ma preferisco mantenere la versione originale per far capire meglio lo stato d’animo.

Ci sono giorni i cui ti monta lentamente. Parti tranquillo, senza nessun evidente motivo per pensare che sia una giornata no.

Poi pian piano si incastrano tanti piccoli episodi che presi singolarmente sarebbero innocui, ma uno dopo l’altro incominciano a farti girare le palle.

E allora, quando lui incomincia a negarsi, ad essere filtrato dalla segretaria, per continuare a rimandare quella fottuta riunione per cui tu ti eri fatto un mazzo così per raccogliere i dati e che ora rischi che siano obsoleti in quanto sono deperibili quanto una mozzarella fresca, ecco che la sua melina, il prendere tempo, incomincia davvero ad infastidirti.

E quando poi, la sua collaboratrice fidata che da lui ha imparato così velocemente ad avere i suoi approcci così simpatici nei confronti del mondo, mi chiama per chiedermi un miracolo e ingenuamente se ne esce con un “do già per scontato che ce la farete” capita che dalla mia voce “leggermente” alterata esca un “VOI NON DOVETE DARE PER SCONTATO UN BENEAMATO CAZZO”.

Ho sbagliato, lo so. Per quanto anche la sua collaboratrice sia odiosa quanto il suo capo, non è con lei che devo trascendere. Se sapessi che lui fa così con uno dei miei gli mangerei la faccia. E’ che il maledetto non si fa trovare, non risponde al telefono e per e-mail non vorrei usare toni che potrebbero tornare come boomerang. Tra l’altro è uno dei papabili per sostituire il mio capo che è in partenza, per cui meglio non rischiare.

Quello che mi sta più sul culo però è che, visto che sono pagato dalla mia venerabile azienda, non posso certo permettermi di non fare l’impossibile per fare il benedetto miracolo, col risultato però di darla ancora vinta ai simpatici colleghi.

In giorni come questi mi sento tanto….

 

Annunci

23 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I, Senza categoria

23 risposte a “ci sono giorni in cui…

  1. Come ti capisco!!! i miracoli dell’ultimo secondo perché tutto è iperurgentefondamentale eppure vale la pena di ricordarsi di farlo solo due minuti prima della consegna!!! eeeh… vita d’ufficio: chi lo avrebbe detto, eh?!

    • il ricordarsi in ritardo di chiedere le cose fa parte del gioco. Non dovrebbe succedere ma capita per mille motivi. A me fa inca…re il modo. Sono un tradizionalista che pensa che il gioco di squadra sia ancora più efficace rispetto all’eccellenza di tanti singoli.

  2. Grazie per la prima risata della mattina. So che non era questo l’intento però non ho resistito! Sono armata anche io, in questo periodo: dopo mesi di scaramucce e guerra di logoramento sono arrivata all’attacco finale, alla parte della valigetta. Visto da dentro è logorante, visto da fuori, dalla quiete della lettura mattutina dei blog, saltano fuori inattesi aspetti comici.

  3. che noia che barba, che barba che noia … Quand’è che dimentichi di nuovo le mutande?

  4. ma ci piaci anche così gatto, arrabbiato. grrrrrrrr.

  5. ottima risposta. quando ce vo’, ce vo’

    • No, in questo caso ho sbagliato. Le mie ire dovevano andare a chi di dovere e non ai suoi collaboratori

      • puoi sempre mandare una mail alla collaboratrice scusandoti con lei e dicendo che il “VOI NON DOVETE DARE PER SCONTATO UN BENEAMATO CAZZO” era per il suo capo. ovviamente con lui in cc…

      • si, così poi magari fra quslche mese me lo ritrovo come capo e preparo la scatola con le mie scarabattole da portar via.
        Comunque le scuse, verbalmente le avevo già fatte in chiusura della telefonata di ieri

  6. …..e ringrazia Dio che non hai il ciclo! 😆

  7. mbj

    Un goccetto per dimenticare? 😀

  8. Martina

    voinondovetedareperscontatounbeneamatocazzo? Caro Syl… Hai ripreso a fare spinning! Guarda che fiato ti é venuto!!!!!

    ps. Si capisce che a me, ultimamente, il lavoro non interessa una cippa? ;-D

  9. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  10. oh sto un po’ senza leggerti……
    e ogni volta perdi le mutande!!!
    di la verita’ che ti piace lasciare i tuoi gioielli al vento!!!!!!
    buon weekend!!

  11. ade

    non avevo dubbi sulla tua risposta!!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...