Archivi del mese: febbraio 2013

Il Curling

Sono stanco e incazzoso, provato dall’ancora fresca tornata elettorale e da un po’ di scazzi che ho digerito qui in ufficio.

Ho voglia di sdrammatizzare un po’.

Ascoltata al caffe:

  • Voglio imparare a giocare al Curling
  • Il Curling? Quel gioco dove tirano quelle bocce sul ghiaccio e ci sono quelli che ci danno con la scopa?
  • Si esatto
  • E perchè
  • Vuoi mettere quando mi chiedono “ma tu in che ruolo giochi?” ….”SCOPATORE!!!

https://i2.wp.com/www.wired.com/playbook/wp-content/uploads/2010/02/curling_f.jpg

13 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I, Ridere, Sport

Ma io sono preveggente?

Mi riallaccio al mio post precedente…..

Immagine

 

Magari potremi mettermi a fare le previsioni degli exit-poll….penso che ci sia spazio in quel settore.

18 commenti

Archiviato in beppe grillo, Lavoro, Senza categoria

riflessione post elettorale

Ok il movimento 5 stelle ha preso un quarto dei voti…..e adesso?

 

PS: il video è tratto dal film Alla ricerca di Nemo (bellissimo) e per chi non lo avesse visto, ci sono questi pesciolini che per tutta la durata del film sognano l’evasione dall’acquario e poi, alla fine, quando si ritrovano finalemente nell’oceano….

25 commenti

Archiviato in beppe grillo

Del gatto sbadatto, del san Valentino e di due amici pirla

Lunedì:

  • Ciao Pino
  • Ciao Syl
  • io ho ancora il regalo di natale per tuo figlio, riusciamo a vederci questa settimana?
  • Ma si dai, stasera però sono dai miei, domani ho beach tennis, mercoledì sono fuori….si potrebbe fare per giovedì
  • Perfetto, ho anche trovato un’enoteca molto carina….prenoto subito.

Ieri:

  • Ciao Pino, sto arrivando….cazzo però sai che ho realizzato solo ora che è San Valentino?
  • Non dirmelo, mia moglie non sai quante me ne ha dette perchè esco stasera con te.
  • Ma dici che ci scambieranno per due gay?
  • Beh…secondo te?

Non sto a raccontarvi del tavolino per due, a lume di candela, del locale particolarmente rumoroso che ci costringeva ad avvicinarci per parlare e del cameriere che complicemente sorrideva….però quella bottiglia di dolcetto non era male….

dolcetto

PS: sia chiaro, non ho nessun preconcetto per le coppie omossessuali, però ho trovato divertente il contesto in cui mi sono trovato

40 commenti

Archiviato in Cucina, il gatto syl, me myself and I, Ridere

diario di un runner – primo bilancio

Ho iniziato a correre a luglio. Perchè ? Mi era scaduto l’abbonamento in palestra e volevo aspettare settembre per trovarne un’altra. Nel frattempo correre al parco la sera mi sembrava una alternativa decente.

In realtà l’inizio è stato terribile. Una fatica boia, zero divertimento. Però la prova costume necessitava un minimo di attività fisica e quindi ho continuato.

Ad agosto ho fatto una pausa per tornare al mio vecchio amore, la bicicletta, ma già alla fine del mese ho ripreso con buona costanza gli allenamenti.

A settembre ho cambiato le scarpe passando da un improponibile paio di vecchie scarpe da tennis ad un decente paio di scarpe da corsa. Nel frattempo ho lasciato perdere per l’iscrizione in palestra.

Un porta iphone acquistato più per curiosità che altro si è rivelato utilissimo per la musica e per misurare per bene i kilometri percorsi.

Con l’autunno sono passato ad un abbigliamento un po’ più tecnico e a dicembre ho deciso che in primavera avrei provato una mezza maratona.

Non sono un grosso corridore, sono lento e decisamente più pesante dei miei colleghi di allenamento, anche se da questa estate ad adesso 4/5 kili li ho persi.

Mio padre, appassionato di corsa, ha incominciato a darmi dei consigli. Mi ha proposto una tabella di allenamento e mi chiede periodicamente come vado. Mi piace l’idea di avere qualcosa di nuovo da condividere con lui.

La tabella di allenamento la sto seguendo con buona meticolosità, tre allenamenti alla settimana con ripetute, medio veloce e lungo.

Il mio diario mi dice che ad oggi ho percorso oltre 400 km. e conto di metterne almeno un altro centinaio prima del mio obiettivo.

Il 24 marzo correrò la Stramilano agonistica. Il mio obiettivo primario è di finirla e quello secondario di terminarla entro le 2 ore.

Sul primo mi do almeno un 95% di probabilità, difficile che molli durante il percorso. Sul secondo, oggi come oggi, sono 50 e 50.

Sto meditando di comprare un paio di scarpe migliori di quelle che ho (ma devo farlo subito per correrci un po’ sopra) e devo decidere quali canzoni mi accompagneranno durante le due ore di corsa. Oggi infatti corro con la funzione shuffle che mi proponi brani da una playlist casualmente, ma per quel giorno vorrei avere una scaletta ben precisa e con il ritmo che vorrei tenere.

Nel frattempo continuo a correre….lunedì sono andato anche in mezzo alla neve nel parco. E’ stato bello, ho lasciato perdere la musica e ho ascoltato il suono dei miei passi ovattati sulla neve fresca… sembrava di correre sul polistirolo.

Mancano 39 giorni e questo è il ritmo che dovrò mantenere….

http://www.totallyfuzzy.net/ourtube/prince/lets-go-crazy-w-the-revolution-video_4c14ea1e0.html

https://i2.wp.com/www.bazinga.it/blog/wp-content/uploads/2012/01/running.jpg

14 commenti

Archiviato in il gatto syl, prince, Senza categoria, Sport

Il gatto sbadatto

Il refuso nel titolo è una licenza per la rima, ma serviva per far capire.

Ieri infatti sono andato a fare la visita medico sportiva.

Chi mi segue ogni tanto infatti sa che da un po’ di tempo mi sono impallinato con la corsa e, siccome il primo obiettivo è una mezza maratona, ho dovuto sostenere una visita per ottenere il certificato da agonista (che coi tempi che faccio fa un po’ ridere, però quello ci vuole).

Arrivo all’indirizzo che mi avevano dato e scopro che è un centro sportivo. Cerco e trovo il locale dove c’è il centro medico, apro la porta e immediatamente avverto una sensazione di inadeguatezza.

Bastano pochi secondi per farmi capire che è dovuta al fatto che TUTTI erano in tuta o comunque in abbigliamento sportivo e io ero l’unico in giacca e cravatta.

Disbrigo le formalità anagrafiche e la signora della reception mi molla in mano il contenitore per le urine.

Cazzarola….e io che l’avevo appena fatta uscito dall’ufficio proprio per essere “leggero”.

Incomincio a bere dal boccione dell’acqua come un assetato nel deserto, tra gli sguardi curiosi degli atleti in sala di aspetto, ma alla fine riesco a fare, sia pur con fatica, la mia personale prova antidoping e mi accomodo sulle poltroncine, peraltro scomode, in attesa del mio turno.

Aspetta aspetta aspetta…..e ovviamente solo quando decido di farmi una partita a ruzzle e ho iniziato il mio turno da pochi secondi che mi chiamano per la visita.

Medico giovane, anche simpatico, mi visita (si lo so che la pressione è alta e che c’è un piccolo soffio al cuore) incomincia ad attacarmi tutti i ciuciotti per l’elettrocardiogramma e fin li tutto bene.

Arriva poi il momento dello stesso esame sotto sforzo. Ecco che quella cyclette piazzata nell’angolo diventa protagonista.

– Ma lei non ha un pantaloncino e delle scarpette ginniche con lei?

-ehm…mi sono dimenticato la borsa a casa – mento spudoratamente

– Vabbè….rimanga in mutande a dorso nudo e con le calze e le scarpe e incominci a pedalare.

E’ solo in quel momento che un’infermiera è entrata per portare delle cartelle al medico e mi ha squadrato. Il look d’altronde era interessante….un uomo quasi nudo che pedala affannosamente con le calze blu e in bel paio di scarpe inglesi fa sempre il suo bel effetto no?

https://ilgattosyl.files.wordpress.com/2013/02/istockphoto_10613482-legs-of-a-man-resting.jpg?w=200

47 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Ridere

OK rieccomi qui

Ok ho sciato….4 giorni e mezzo su 6

Ok ho mangiato…..anche i canederli

Ok la lisca di pesce se ne andata via da sola….anche perchè al pronto soccorso non la trovavano

Ok faceva freddo…ma non così freddo

Ok il cucciolo è arrivato secondo alla gara di fine corso….e io tornavo da Milano

Ok ilcucciolo è passato dal “ti odio” perchè l’ho portato sul quella rossa al “va bene” sul perchè non facciamo quella nera?

Ok a Ruzzle qualche partita l’ho fatta anche in vacanza

OK Lazio Juve era meglio che non la vedessi

Ok sono salito sul gatto delle nevi….ed è stato come salire sul fratello più grande

Ok quelle montagne sono semplicemente splendide e la Gran Risa tutta di un fiato fa sudare anche a -5

Ok la macchina 4×4 è una figata… e un po’ me la tiro

Ok la sauna dopo lo sci ha il suo bel perchè

Ok in ufficio non sentivano la mia mancanza…ma la cosa è reciproca, sapete?

Ok ora ho ripreso anche a correre…si insomma…il solito tran tran

 

 

 

26 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Viaggi e vacanze