Tutti servono, nessuno è indispensabile e qualcuno oggettivamente non serve proprio a un cazzo

E’ la classica frase che si dice o ci si sente dire. Ed è assolutamente vera.

A questo pensavo mentre salivo in ascensore di ritorno da quello del personale, di lunedì, che tra l’altro è un buon modo per iniziare la settimana.E lui che è nuovo in quella posizione, non ha tutte le tare mentali su di te come ce l’aveva quall’altra. Nel bene e nel male.

Questo sembra un vetro antiproiettile. Di quelli che se gli spari addosso rischi solo di beccarti una pallottola di rimbalzo.

Però gli dici…guarda che non ce la facciamo, la coperta non lascia fuori i piedi ma anche le ginocchia…e ti senti rispondere che si capisco, ma vedrai che ce la farai.

Guarda che non è un mio mal di pancia. Questi sono i numeri. Questo è quello che rischiamo se non ce la facciamo.

Il problema, risponde lui, è che abbiamo troppi responsabili…e anche se non dice…e tu potresti essere uno di quelli…non mi serve google translator per capire cosa vuol dire.

E si torna quindi all’annoso problema del piano B…sapete in caso di bisogno.

Diventare un runner professionista? non direi…alla soglia dei 50 temo di essere fuori tempo massimo…e come scusa è più che sufficente.

Diventare un gigolò? Vedi sopra…

Potrei aprire un chiosco di piadine…cazzo ma quante ne mangerei.

Potrei sposare una ricca ereditiera e farmi mantenere… Prima però ci sarebbe quella piccola questione della separazione, dei due anni prima del divorzio…metti che l’ereditiera mi schiatta prima.

Potrei andare a rubare…naaa…imbranato come sono mi beccherebbero prima ancora di entrare in azione.

Potrei rapire qualcuno, ma la erre moscia mi fregherebbe prima o poi.

Potrei scrivere una canzone che vende milioni di dischi e vivere coi diritti d’autore…ma ora le canzoni ormai sono tutte piratate.

Insomma…qualche idea?

lavori di merda

Annunci

143 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I, Senza categoria

143 risposte a “Tutti servono, nessuno è indispensabile e qualcuno oggettivamente non serve proprio a un cazzo

  1. buon lunedì, gatto. ho come un deja vu di una chiacchierata simile la settimana scorsa (io, non tu). anzi, più di un deja vu… tempi duri. come sei messo con l’arte della pizza?

  2. solounoscoglio

    per favore, lasciate perdere l’idea “mo apro un ristorante”. per favore, ho visto troppa gente farsi davvero male con l’idea che non ci vuole niente a gestire un locale di ristorazione.
    devi inventarti il servizio che nessuno ancora da….pensaci su….

  3. mailov

    E dopo “A qualcuno piace caldo” seguito da “A qualcuno piace Cracco” ecco, in anteprima per voi “A qualcuno piace gatto” le mirabolanti avventure del nostro gatto preferito in tutte le librerie del mondo!!! (Anche in versione digitale)

  4. Apri un canale su Iuutub.Potresti fare dei tutorial su capelli,barba e fashion blog di mutande “da non dimenticare”, o recensioni su tutto quello che ti passa per la mente! 😆 ….noi ti laiccheremo! Promesso!

  5. Io sono nelle tue stesse condizioni e mi sto facendo i medesimi ragionamenti, erre moscia compresa!

  6. A me ogni tanto viene in mente di vendere un rene. Non so se può fare anche al caso tuo.

  7. non ho consigli da darti, purtroppo, sto valutando di trovare un posto sotto ad un ponte! ma c’è una bella folla…:-)

  8. La rima con asso
    la fa il materasso
    ma quella con coppe
    la fanno le poppe
    e menti contorte
    ma senza le torte
    al gatto Silvestro
    preparan capestro.
    Ma noi che siam buoni
    sfidando i leoni
    corriamo corriamo
    e il gatto salviamo.
    Stretta la foglia
    larga la via
    mi viene una voglia
    laggiù a Porta Pia.

  9. PS: cosa ne diresti di proporti come toelettatore di criceti?

  10. La prima volta che ho sentito questa frase, avevo 20 anni l’ho sentita pronunciare dal mio capo (di allora) nei confronti di una ragazza che non lavora per noi, ma accanto a noi.

    Rimasi basita e dolorante, era un concetto nuovo per me. Io che reputavo ogni essere umano unico e insostituibile. Scoprii che il lavoro ha altre regole. L’ho imparato bene. tanto che anche il mio capo divenne non indispensabile anni dopo con lui che cercava di fermarmi.
    Gattone…. certe frasi son sempre a doppia lama, e anche chi te la ha suggerita in fondo è soggetto alla stessa lama, solo che ancora crede che lo sono solo gli altri.
    Magra consolazione lo so… ma come dico io…. meglio che un calcio nelle palle.

    Per il resto…. senti facciamo una comune, chiamiano a raccolta un pò di amici coltiviamo la terra, ci nutriamo di quello che produciamo, viviamo a ritmi umani, riscopriamo antichi valori e la lentezza del vivere che ormai abbiamo perso… ok lo so, sembra un pò new age, ma in fondo lo sono 🙂

    • la frase non mi è stata suggerita ma alberga stabilmente nella mia zucca vuota. So benissimo che è un’arma a doppio taglio e infatti sono ben consapevole dei rischi che IO corro da questo punto di vista. Da li l”dea del piano B.
      Cosa si coltiva su quel ramo del lago di Como?

      • Ma io per la comune proporrei luoghi più caldi.

        So di consorzi agrari in paesini del centro italia che ti danno il terreno basta che tu li coltivi e li tieni vivi…

        Io mi ci vedo, tutti noi, nelle lunghe sere estive, il tramonto di fronte, le caprette intorno, riuniti intorno ad un fuoco a bere vino rosso e a parlare della giornata e scherzare

        (PS: se la frase ti albera in mente è perchè ti è stata suggerita a livello “manipolativo”)

      • che poi chissà quante volte me lo hanno detto….”braccia rubate all’agricoltura!”

        PS per le vesciche alle mani ce li hai i compeed ?

      • faremo in modo di averli, insieme alle pomate, al lino, e all’olio caldo per massaggiare i muscoli stanchi

        (son già bucolica! specifichiamo nel senso letterale della parola!)

      • vista così sembra pure divertente….

        PS grazie per la precisazione…sai la fantasia stava già elaborando immagini imbarazzanti 😉

      • Io ho scoperto che tutto è divertente nella vita, pure lavorare sei hai accanto le persone giuste con cui farlo

        PPS: figurati, spesso si confondono, da li ho appreso a specificare 😉

  11. ludmillarte

    concordo con quanto scrive Diamanta.
    ciao, buona giornata

  12. gatto pensa positivo …..almeno tu un alternativa a fare il gigolò la puoi avere…. il viagra dicono faccia miracoli …. io nemmeno la zoccola posso fare …..c’è una concorrenza spietata in giro !!!
    😀

  13. eh si, sono anni che mi addormento cercando l’idea geniale per il mio piano B! l’avessi trovata di certo te lo direi eh! …ma come vedi… 😛
    scherzo gatto! avessi già solo il lato B sarebbe abbastanza.

    • se uno ha un buon lato B nella vita, non ha bisogno di tanti piani B….

      • Gatto ho un idea! Che ne dici di un bel B &B ? (Non intendo due lati B! 😆 )
        Tu fai i risotti e dai dei corsi di beach volley….preferibilmente con le mutande!
        Io mi occupo dei dolci e organizzo i corsi come si perde peso con i dolci! La Lory magari 50 sfumature di arredi! 😆 e chi si vuole aggiungere ancora abbiamo tanti posti liberi!

      • secondo me se i corsi di beach tennis (non volley) li tengo senza mutande caratterizzeremmo molto chiaramente il target dei clienti…certo che l’idea di vedere tutte quelle palle volare a destra e a manca senza nemmeno l’illusione di una protezione dal costume (se non altro psicologica)….mah…dobbiamo fare un bel business plan. Alla Lory facciamo studiare 50 sfumature diletto…(tuttoattaccato)

      • Io intanto provo a fare un risotto ai funghi per mia suocera…cosi si libera un appartamento con giardino e piscina!! Haaahaaaa scherzo!!!!!!!

      • ottima idea !!! (ps io odio i funghi, ma se è per il business…)

      • eh già, lato B, in tutti i sensi.
        il mio è un lato B.done.
        che non sta per un lato B.fatto 😀

      • intanto è meglio avere un po’ di culo che non averlo affatto… 😉

  14. da soli è difficile… e io ne so qualcosa ma insieme… come ti capisco Gatto… non sai quanto… e non servono mica tante parole, ci vuole solo una idea… ne basta una per darsi una possibilità. A fare le pizze però non ti ci vedo, un chiosco di piadine a Cuba? io mi prenoto, faccio la cameriera e scatto qualche foto! baci

  15. ire

    Nei film americani quelli fatti fuori poi hanno successo e licenziano il licenziatario. E non so come mai ma accanto hanno sempre una gran gnocca. Quindi il piano B potrebbe essere… trovarsi una gnocca?

  16. Trasforma il blog per consentire l’accesso ai soli membri, chiaramente a pagamento. Potresti anche creare un sotto ambiente per mostrarti in webcam in situazioni hot, magari vendendo online i popcorn…

  17. Inventati una religione, qualcosa di buffo. La religione del gatto dormiglione, tipo. Io ti presto il mio fantastico pigiama. 😛

  18. mailov

    Nuovo record mondiale di commenti al post del gatto Syl!!!! E con questo si sforano i 101… gatti pareggiano con i dalmata e…. passano di certo in vantaggio!!!!

  19. mailov

    Certo che si Erre! Dobbiamo dare una mano alla diffusione di questa nuova religione…. Anche se io opterei per un movimento fuori schema rispetto ad una religione… Il GattoSyl come nuovo guro….

  20. Inventa una nuova dieta: le diete hanno sempre successo, e più sono sceme e assurde e più trovano entusiasti seguaci. Ci scrivi un libro, io faccio la recensione nel mio blog, tu vendi 47 miliardi di copie e io mi accontento del 10% degli incassi. Poi Erre, che ha avuto per primo l’idea, inventa una nuova religione che ha come regola alimentare la tua dieta, io faccio da PR che non è l’attivista delle pernacchie anche a lui, e diventiamo miliardari tutti quanti.

  21. C’era un film dove un tizio inventava uno spray che faceva sparire la pupù di cane, potresti provare con quella di elefante…
    Nel dubbio io comincerei a pensare al piano C!
    😉

  22. E tu pensa che non solo gattosilvestro è stato il mio primo nick in internet, ma ho avuto anche un indirizzo email con quel nome. La cosa divertente era quando la gente scriveva lettere ai giornali indirizzando al giornalista, al direttore, e per conoscenza a gattosilvestro. E io mi immagino giornalisti e direttori a chiedersi chi diavolo si nascondesse dietro questo gattosilvestro che doveva essere messo a consocenza: il Mossad? Lo Shin Bet? Qualche ente ancora più oscuro e misterioso?
    (E invece è solo uno che si ciba di canarini, ma pensa un po’)

  23. michelarosa

    ad aspen tira una bella arietta per i manager col panzotto e poi a silvestrino la neve piace un casino

  24. mailov

    Ho l’animo zen, ricordi? 😉

  25. mailov

    Ti han visto vagare per i viottoli della campagna milanese… il navigatore è silenziato per cui era la tua testa a girare come una trottola… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...