Riflessioni un pò alla cazzo…

Entrare a casa dopo il weekend e trovare la tv accesa fa sempre una certa impressione. Ti aspetti di trovare qualcuno di sbagliato seduto sul tuo divano.

Invece era solo andata via la luce.

Mughini quando si veste deve farlo a luce spenta.

Ma forse se così non facesse non avrebbe nulla da aborrare.

Aborro tra l’altro fa il paio con ramarro…che penso sia la parola che più mi è stata chiesta di pronunciare.

E infine…

tra pene e penetrare….

è nato prima l’uovo o la gallina? (*)

uovo o gallina

(*) Si però non vale rispondere consultando il Devoto-Oli, lo Zingarelli, Wiki o Google…

Annunci

78 commenti

Archiviato in il gatto syl

78 risposte a “Riflessioni un pò alla cazzo…

  1. Le riflessioni ad minchiam canis sono le migliori! 😉

  2. L’uovo di gallina è nato per forza dopo la gallina, altrimenti non sarebbe stato di gallina. Sull’uovo in generale possiamo discuterne.

  3. Aristotele direbbe la Gallina …

  4. gatto hai la r moscia anche tu? sei d’accordo che una gran fatica, eh? (p.s. ma tu lo ricordi mughini spalmato sul juke-box in bianca di moretti? no perch ora diventata una macchietta da salotto sportivo ma prima era una macchietta da cult-movie)

  5. MyP

    quando mia nipote era più nana di adesso non riusciva a dire la ERRE e si pensava ad una futura erre moscia, … poi abbiamo cominciato a giocare su questo e le facevamo dire tutte le parole con la erre per cercare di insegnargliela.
    La cosa che mi piace tanto è che la prima erre che ha pronunciato è stata con la parola ARCOBALENO che a lei piace tantissimo. Lo ha sempre disegnato dappertutto.
    Boh, avevo voglia di raccontartelo! 🙂
    Baci!
    MyP

  6. hai scritto questo post dopo la sconfitta della tua “Fortitudo” eri cosi giù che l’unica parola che ti è venuta in mente è stata “ABORRO”………
    dalle mie parti chi ha la r moscia lo classificano subito come “del mandrogne”, zona dell’alessandrino, attaccati ai $$$$$…
    buona giornata!!!!!!!!

    • Ammetto che ho perso un po’ di vista la mia Fortitudo…sono già abbastanza depresso per la Cimberio.

      Chissà come mai ci sono zone in cui la erre moscia è uno standard…oltre a quella che hai citato tu penso a Reggio Emilia, a Marghera…è buffa sta cosa.

  7. Bella domanda… il Gallo no?

  8. Credo siano nate prima ‘le’ pene…infatti che pene quando penetrano ‘le’ pene…tranne che per quando ‘penetra’ (nel senso di entrare al cospetto di…) l’ambasciatore…che notoriamente ‘le’ pene non le porta…
    🙂

  9. (e comunque-1 nessuno entra (scusa, penetra) nel merito della tua questione: secondo me sei stato troppo criptico nella domanda. e comunque-2, io non ho resistito alla tentazione di curiosare su etimo.it l’origine – vera, non quella ad minchiam – del verbo…)

  10. Paola

    “Orrore orrorre accorrete c’è un ramarro marrone”
    … come ti capisco!!!

  11. Mi getti addosso l’allegria … ma ben vengano queste riflessioni strampalate! buona giornata

  12. solounoscoglio

    cena pesante, ecco qual’è il problema. la prossima volta prenda una minestrina e vado a letto presto. e le allucinazioni passeranno, tranquillo.

  13. Sarebbe da capire che razza di we hai avuto, si spiegherebbero molte cose secondo me…ciao Gatto! 🙂

    • in realtà nulla di particolare…temo che non ci sia qualche evento straordinario che possa essere la causa…temo che sia la normalità dei miei pensieri…e qui la cosa è più preoccupante !

  14. Forse dovresti cambiare spacciatore… 😉

  15. mailov

    😀 Stupidissimo come te nessuno mai 😀

  16. Commento numero 1: ma il pensiero è un antirughe per l’uccello?

  17. Commento numero 2: conosco un sacco di milanesi con la erre moscia. Conosco un sacco di ebrei con la erre moscia. Non ho la minima idea di che cosa ciò significhi, però mi è venuto da osservarlo.

  18. Commento numero 3: mi ricordo ancora, tantissimi anni fa, quel giornalista radiofonico con drammatici problemi con la erre, che si è trovato a dover leggere la notizia che “il papa approva le parole del cardinale Ruini sulla corruzione dei politici”. Sono venuti i sudori a me solo a sentirlo! (E anche a te a leggerlo, lo so, guarda che ti vedo sai!)

  19. Un marrone ramarro
    non poco tamarro
    portava le scarpe
    comprando le carpe.
    E mentre tornava
    col treno e russava
    su un tronco inciampò
    e a Trento arrivò*.
    Salì sopra un carro
    il verde ramarro
    or non più marrone
    e ruppe il torrone.
    Stretta la foglia, larga la via
    andate a Ferrara, io vo in Romania.

    *insieme ai soliti trentatré trentini, ovviamente

  20. “Aborro” è una delle parole che adddoro pronunciare, con un certo tono ed espressione del viso, riferendomi per lo più a cagate.
    Fa il paio con “non tollero”, ancora più accentuato di “aborro”, molto scandito e quasi sillabato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...