soddisfatto della mia mezza

Sabato il sopraluogo alla gara. Certo tra andata e ritorno ci ho buttato via quasi due ore, ma almeno ho visto dov’era la partenza, dove parcheggiare…e poi ritirare il pacco gara sembra sempre un po’ come quando è Natale e apri il cesto gastronomico che ti hanno regalato, solo che al posto del panettone e del torrone, ci sono barrette energetiche e succhi di frutta.

Il mattino dopo la sveglia suona all’alba. Alle 6,30 colazione, abbuffandomi di pane e nutella, noci e tè. Si lo so, come colazione fa un po’ cagare, ma è il giusto concentrato energetico .

Un’oretta abbondante prima della partenza sono a Ferrara.  Atleti in tuta, vigili urbani che chiudono le strade, uomini con le pettorine gialle agli incroci e un forte odore di olio canforato. Se anche uno non lo sapesse, non ci sarebbero dubbi sul capire che c’è una corsa che parte.

Ultimo caffè, ultima pipì e poi mollo la borsa e rimango solo con i miei pantaloncini, la mia maglietta gialla e il sacchetto di plastica addosso. Sì perché per proteggersi dal freddo mattutino gli atleti, prima della partenza, vanno in giro con questi buffi sacchi della spazzatura indosso, per poi buttarli non appena danno il via.

Io, che voglio fare il figo come sempre, uso quello delle camicie della lavanderia…è trasparente, vuoi mettere? Così anche il look è salvaguardato.

Pochi minuti alla partenza. Si entra nelle gabbie. Si ride, si scherza, si fa stretching…tranne quelli col gps che non vuol sapere di prendere il segnale che sono lì col braccio alzato (come se in quel modo fossero più vicino ai satelliti) e il sorriso più tirato degli altri.

Lo sparo dello starter da il via. L’adrenalina accumulata scarica l’energia a terra e via di corsa, con ritmo veloce per rompere quanto prima il fiato.

Passano i minuti, l’adrenalina svanisce e la concentrazione sul passo, sulla respirazione e sul ritmo prende il sopravvento.

Ad ogni chilometro controllo il tempo di percorrenza, vado bene, più o meno come mi ero prefissato.

Si esce dalla città e si va in campagna. Il gruppo incomincia a diradarsi. Punto il pacemaker dell’ora e 50 e cerco di non mollarlo. Ce la faccio ma con un po’ di fatica.

Passo i 10 km in 52 minuti e rotti. So far so good.

Ai ristori, senza interrompere la corsa, bevo piccoli sorsi d’acqua, bagnandomi a più non posso perché correre da un bicchiere e bere non sono attività così compatibili.

Al 14mo km rallento leggermente, incomincio a correre in maniera meno fluida. I tempi al km aumentano di una decina di secondi, non tantissimo, ma abbastanza da farmi rischiare di non raggiungere il mio obiettivo.

15mo, 16mo, 17mo, 18mo…sono i passaggi più difficili. Come al solito a ogni chilometro calcolo la media, se e quanto sono in ritardo sulla tabella. Al 19mo capisco che se non accelero non ce la posso fare. Stringo i denti e aumento il passo, per quel che posso perché proprio non ne ho.

Al 20mo calcolo quanto tempo ho a disposizione per finire nel tempo, mi sembra di farcela comodo…e invece…che pirla, non ho calcolato i 97 metri in più che ci sono dopo il 21mo chilometro nella mezza maratona.

L’arrivo è fatto con uno sprint da mezzofondista, ad occhi quasi chiusi e la bocca spalancata.

Fermo il cronometro sotto lo striscione. Sia pur per pochissimi secondi, ma sono sotto l’ora e cinquanta.

Certo, non è il mio personale per una trentina di secondi (sono quei bastardi 97 metri in più ad avermi fregato), ma è molto meglio di quanto pensassi.

Come premio i tortelloni di zucca e la salama da sugo me li sono proprio meritati.

 

IMG_3408

Annunci

41 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Senza categoria, Sport

41 risposte a “soddisfatto della mia mezza

  1. ma poi in fondo, gia’, che cosa e’ la mezza maratona se non quel noioso intermezzo tra pane e nutella e salciccia al sugo? 😀 😀

  2. mailov

    “correre da un bicchiere e bere non sono attività così compatibili”…
    Più che incompatibili sono attività alquanto strane… soprattutto la prima 😀

  3. Non correrei manco se mi pagassero un tot a falcata e poi non potrei comunque per motivi di salute, ma mi piace leggere la passione che hai. Mi piace chi ha passione e la segue. Bravo Gatto!

  4. Complimentoni. Hai tutta la mia ammirazionr, specialmente per i tortelli di zucca e la salama al sugo. Che soddisfazione è un pranzo del genere dopo una bella corsa!!!!!

  5. Be’ se davvero pensavi a una via di mezzo tra 50 e 57, obiettivo più che raggiunto! Complimenti! Stare sui 5’15” circa sarebbe anche il mio ritmo ideale, anche se per ora non sono mai andato oltre i 18 km.. bravo ancora!

    • guarda i tempi ho imparato che sono la cosa più realtiva che esista. Quello che per me è un successo, per un mio collega con cui corro tutte le settimane sarebbe si e no un passo da riscaldamento…Però è importante, almeno per me, darsi degli obiettivi. Io senza obiettivi rendo veramente poco…Comunque se ne hai fatti 18 la mezza la fai ad occhi chiusi.

      • Sì sì, se mi basassi sui tempi che tengono certi runner, mi passerebbe la voglia di correre 😀 Era solo per dire che i tuoi tempi di riferimento sono all’incirca i miei. Ma segui qualche tabella in particolare?

      • Si, una tabella che prevede tre allenamenti alla settimana + uno integrativo con un altro sport.
        Si chiama FIRST o qualcosa del genere. Per la mezza mi sono trovato molto bene. Per la maratona mi sa che è un po’ troppo leggero…

  6. Bravo gatto! Complimenti per il risultato!

    Tu spesso mi apri nuovi mondi…io che pensavo che “salama al sugo”fosse un insulto!!!Haahaaaaaaaaa 😆

  7. edp

    Sì sì, son sempre gli ultimi 97 metri che fregano, sempre l’ultimo grappino. Ihihihuhu

    • ma buongiorno !!! Felice di ritrovarti su questi schermi. Come stai?
      Si quei 97 metri sono bastardissimi…mi viene in mente la mentina di Monty Pyton 😉

      • edp

        Maddai ma se ti ho commentato l’altro giorno che ci sono sì, ogni tanto faccio un salto per queste parti internautiche, poco e sempre meno. Ho anche visto le foto guarda te, chi lo avrebbe mai detto eh..

      • hey…maddai è un mio copyright… 😉
        Comunque anche io ti ho visto in foto…guarda tu… 🙂

  8. Complimenti! Solo a leggerti ero già morto al decimo chilometro…

  9. ZZZZZ zzzzzzzzz…………BRAVO BRAVO, BEL POST ronf ronf zzzz…..zzzzzz….

  10. ho corso 100mt domenica….
    le mie ginocchia non reggono..
    ma poi ho pensato perchè devo faticare io , quando c’è Syl che si fa le maratone anche per me!!!
    BRAVO!!!!!!!!!!!

  11. Io correrei solo per il premio. e non è la medaglia .-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...