lo sfigatto alle prese col navigatore…ma mica Magellano.

Ho la fortuna di avere un’auto aziendale. Mai benefit fu più gradito visto i 40 mila kilometri all’anno che mi sorbisco andando su e giù per la A1.

Un paio di mesi fa alla mia bellissima auto 4 ruote motrici SW, il navigatore decide di non funzionare più. Si certo, oggi tra Waze, google maps e tutti i navigatori possibili sui telefonini la cosa non rappresenta un grosso problema, ma alla prima occasione, con calma, vado a portare l’auto per la riparazione in officina.

Casualmente mentre vado li mi si accende una spia vattelapescha, lo faccio presente e l’omino dell’officino mi guarda allarmato dicendo “ma qui la cosa allora è grave…dobbiamo tenerla per qualche giorno”.

Vabbè…mi danno una sostituiva e attendo che la riparazione enga effettuata.

Dopo una settimana ecco la mia macchinina pronta.

Vado a ritirarla gioioso, ma mi accorgo non appena esco dall’officina che il navigatore è impostato in russo.

Sgrunt…visto che era un venerdì ed ero di corsa per tornare a casa, chiamo al telefono l’officina e provando qua e la mi faccio spiegare come ritrovare la lingua italiana.

Riprendo a macinare allegramente i miei chilomentri e manco passano due giorni che…puff…il navigatore scompare ancora.

Ritorno dall’allegra officina dove provano e riprovano a reinstallare il software senza successo…

“c’è da cambiare il navigatore” alla fine sentenziano.

Riparte tutta la trafila dell’auto sostitutiva che mi accompagnerà per i successivi 10 giorni…stavolta tra l’altro una bella giulietta grintosa che mi ha fatto anche divertire un po’ nel frattempo.

Passano quasi due settimane e mi richiamano finalmente…vado a ritirare la mia auto e scopro che in tutto questo tempo…“si ok, il perito è venuto fuori e ha dato il suo consenso per il cambio del navigatore. Ora l’ordiniamo e quando arriva la richiamiamo per cambiarlo”.

Pensare di lasciarmi l’auto e chiedermela solo il giorno in cui il perito veniva fuori era evidentemente troppo complicato.

Aspetto che i giorni passino finchè un bel giorno ricevo la lieta novella….“habemus Papa…il navigatore è arrivato. La porti lunedì che in giornata gliela facciamo”.

Arriva il lunedì mattina, gliela porto ma, visto che la sera sono messo malissimo con le mie riunioni in ufficio, non sono riesco ad andarla a ritirare in tempo…poco male, mi organizzo coi mezzi e ci vado l’indomani.

Il martedì, oggi, finalmente giungo in officina,  animato dai migliori propositi…il ragazzo che ormai mi conosce bene, con un bel sorriso, mi riconsegna le chiavi…“…e buona giornata sig. Sylvestro”….salgo in auto, accendo…aspetto qualche secondo che si carichino le mappe del navigatore….poi ancora qualche secondo…un attimo ancora…la clessidra continua a girare…e lentamente incominciano a girare anche altre parti del corpo….

Scendo dalla macchina e torno non sorridente dal sorridente ragazzo…“ehm…il navigatore ANCORA non funziona”...mi guarda con l’espressione del bambino che scopre che ha appena scoperto che le farfalle volano e mi dice…“ops…mi sorge un sospetto…aspetti un secondo”...sparisce in officina e dopo pochi secondi torna con le orecchie così basse da toccare le caviglie dicendomi…“mi scuuuuuusi…(con tante u), ieri ne abbiamo fatte tre uguali di auto…temo che il ragazzo si sia sbagliato…me la lasci 10 minuti e la sistemiamo subito”….cioè, mi faccia capire, dieci minuti per sistemarla quando sono due mesi che faccio avanti e indietro?

Non so se ridere o incazzarmi…devo però scappare in ufficio…“non si preoccupi allora, per farci perdonare per il disagio gliela portiamo noi. Lascio le chiavi in portineria”.

E così è stato…ovviamente stasera quando l’ho accesa ho verificato subito se il navigatore funzionava…e secondo voi in quale lingua era impostato?

magellano

 

 

Annunci

61 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Senza categoria

61 risposte a “lo sfigatto alle prese col navigatore…ma mica Magellano.

  1. mailov

    In sylvestrese… ovvio…

  2. mailov

    Oltre che sul gas metano hanno il monopolio pure sul sylvestrese…. almeno hai imparato la strada per Москва́?

  3. Tu parla russo? Io Tatiana dice di dare vodka a tuo navigatore e vede come lui va

  4. Ahahah niente è un caso. Secondo me, nella tua vita precedenti eri un sovietico, per cui il navigatore sta solo cercando di riportartii alla tua maaadre ruuusiiiaaa. Che tenero ❤

  5. un post elegantissimo per dire che alla tua officina lavorano dei rifugiati politici ucraini sottopagati, giusto? :-/

  6. ah ah
    stai parlando male delle officine????
    ma come si faceva quando i navigatori non c’erano????
    sei troppo modernizzato….
    buona giornata Syl…. 😉

  7. solounoscoglio

    magellano???? oh se ti serve un aiuto, parlo portoghese, con un pò di accento carioca, ma sempre meglio del russo!

  8. …in sciuzzero????:lol: madibruttobruttobrutto!

  9. ti capisco…uhhhh se ti capisco ….. cmq ora dopo l’inglese un pò di russo bisogna saperlo ehhh …poi in romagna …. ancora di più !!! 😀

  10. se è in cinese ti aiuto io!ma almeno lo sconto te lo hanno fatto?

  11. C’è qualcuno che ancora si meraviglia?
    Ma per piacere !
    E’ la scusa per tornare alla mitica cartina geografica, indaga e vedrai che qualcuno di quei meccanici ha un parente con una cartoleria!

  12. Intanto rido: ahahahaha! Poi penso a chi non ha l’auto aziendale e i casini di questo tipo li paga con le proprie tasche e sulla propria pelle. Poi rido di nuovo! Si stava meglio quando tutti in auto avevamo la cartina lenzuolo…

    • infatti credimi, la prendo sul ridere e ci faccio un post proprio perchè fortunatamente ho la fortuna di non pagare di tasca mia….certo che ti ricordi poi che casino a ripiegarle quelle cartine?

      • Ahah, si ripiegavano sempre dal lato sbagliato! E poi raddoppiavano di volume e a volte si strappavano pure… Bei tempi però!

  13. teto66

    Lo sai che c’è qualcuno che ti può aiutare con il russo… e non è l’officina, ma quella, a quato pare, neanche con il navigatore.

  14. Se davvero l’hai presa con tutta questa filosofia hai una pazienza non umana!!

  15. O bimbo, ma basta che te tu mi chiami a me che il cirillico lo leggo e il problema è risolto (Scena a Tel Aviv: usciamo in due, e la guida dà all’altra una cartina, poi viene fuori che è in cirillico. Ad un certo punto arriviamo a una piazza e nessuna di noi due sa che direzione dobbiamo prendere. Dico dammi la cartina che vediamo dove siamo. Ma è in cirillico. Sì, dammela. Ma è in cirillico. Ho capito, dammela. Ti ho detto che è in cirillico! Ho capito! Mi vuoi dare quella cazzo di cartina sì o no?! Mi guarda smarrita: perché, tu leggi il cirillico? Eccheccazzo, sono tre volte che ti ripeto di darmela, secondo te per cosa diavolo te lo sto chiedendo?)
    Io comunque guarda, prendevo il navigatore e glielo scaraventavo sulla testa.

    • Voi agenti segreti del mossad dovete sapere almeno 10 lingue come James Bond….
      Comunque il navigatore é incastrato nel cruscotto altrimenti ci avrei fatto un pensierino pure io…

      • Beh, sai, dobbiamo reggere la concorrenza coi gesuiti che per diventare tali devono avere una laurea in teologia, una in un’università secolare, studiare latino greco ebraico e sanscrito e almeno quattro lingue moderne, fare otto anni di conservatorio e diplomarsi in almeno uno strumento.
        Comunque se una cosa è incastrata in un’altra cosa, si prende l’altra cosa e si scaraventa tutto insieme.

  16. Divertente per la tua pazienza…Ah, ah, ah, troppo forte.Ciao Isabella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...