Le domande che non dovresti mai fare

Ieri mattina.

La mia tabella di allenamento prevede 22 km da correre tranquillamente, tanto per fare un po’ di fondo.

Il percorso che avevo scelto prevedeva una lunga strada bianca che costeggia un fiume in zona, con qualche saliscendi.

Dopo qualche kilometro, mi affianco ad un signore di una certa età che evidentemente ha voglia di compagnia.

Tolgo le cuffiette da orso che mi accompagnano nei miei allenamenti solitari ed iniziamo a chiacchierare…praticamente mi racconta la storia della sua vita…dove ha lavorato, dove è stato, dove ha corso…scopro così che ha già corso diverse maratone tra cui un paio di volte quella di New York…e che tutt’ora si sta preparando per altre gare…sai, mi dice, l’anno scorso alla mezza vattelapesca sono arrivato secondo di categoria.

Ecco…a questa affermazione mi si è accesa una lampadina. Chi arriva arriva nei primi posti di categoria, è gente che ha un passo che io me lo sogno, mentre questo signorotto si “accontentava” di stare tranquillamente al mio passo.

E’ li che commetto l’errore di fare la domanda che non dovevo fare.

“ma tu quanti anni hai?” (fra runners ci si da sempre del tu)

Lo sanno tutti che non è buona educazione chiedere l’età ad una donna…ecco dovrebbero insegnare che nemmeno a quelli che corrono.

Settantacinque, mi risponde lui.

Sticazzi…penso io…però mi limito ad esclamare un più moderato “complimenti!”

E pensare che fino a quel momento ero anche soddisfatto del mio allenamento.

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSmR9u1ZaCmRs_PSl5tFACiEqr7Ee5n4cm45o0dEyHNmGUaBr8c

 

 

Annunci

41 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, running, Senza categoria

41 risposte a “Le domande che non dovresti mai fare

  1. Pensa che fra…anta? enta? enti? anni qualche baldo giovine si affiancherà a te e potrai dare la stessa risposta 😉

  2. si vabbè ma te quanti anni hai? 😉

  3. ludmillarte

    ahahahahah 😀 tipo in gamba…pensa a come ti stai mantenendo bene e poi…ancora qualche annetto d’allenamento e sarai in testa tu e lascerai di stucco chi chiederà l’età a te! 😉

  4. Sei un grande super gatto! Io non riesco nemmeno a fare 2 km di corsa….ci avevo provato, ma la pigrizia ha avuto il sopravvento 😦

  5. Dai dai dai che tu diventerai meglio di lui. Diventerai un mago delle maratone😄

  6. “Sticazzi” è anche quello che ho pensato io dopo aver letto l’età 😀 Ma non è l’unico, anche qui da me le strade sono piene di vecchietti terribili pronti a farmi mangiare la polvere durante una corsa o una pedalata.. e non ho neanche un quarto di secolo!

  7. Silvia

    ahahahaha…..così impari a fare domande 😉

  8. made57

    non mollare…ci arriverai anche tu!!!!!!!!!

  9. Ma invece la domanda ci stava tutta. Soprattutto – immagino – non avresti potuto dare un assist migliore al tuo compagno di corsa, che sicuramente avrà detto quel 75 con quell’aria “pischello, hai capito quanta strada dovrai fare per stare al passo mio?” No. Non potevi negargli una soddisfazione così. Bravo gatto!

  10. la parola correre mi fa lo stesso effetto di una punta di chiodo che graffia un vetro……. complimenti al vecchietto

    (intendevo lui non te 😛 )

  11. Volevolaprinz

    Oh gatto..sono uscito domenica,40 minuti per fare 5 km..uno strazio…

  12. Ahahahah, bellissima 🙂 No, scusa, rido perché capisco la situazione. Io ho giocato per una vita a pallavolo, poi ho smesso poco prima di trasferirmi a Modena. Un giorno parlando con un’amica di mia moglie viene fuori che mi farà chiamare da uno che ha un sacco di contatti con le società in modo da vedere se c’è il modo di far qualcosa di molto tranquillo. Lui mi chiama, gli specifico che preferirei qualcosa di amatoriale, un paio di allenamenti a settimana giusto per divertimento, niente di serio. Dopo un giorno mi propone una serie C che cercava un centrale. Mi chiamano al colloquio e mi specificano che hanno bisogno di qualche elemento con esperienza perché la loro politica è quella di far crescere i giovani. Accetto. Allenamento fissato per le 19:30, mi presento alle 19:10 e li trovo già tutti a fare stretching. “Cazzarola”, penso. Arriva l’allenatore, mi prende sotto braccio e mi presenta alla squadra indicandomi un vari ’89, qualche ’90, ecc ecc. Poi mi indica uno sdraiato a terra, segnalandomelo come l’anziano della squadra. Io vedo la barbona e per battuta gli dico “Beh, finalmente qualche vecchietto come me. Di che anno sei?”. “’82”. “Ah”. Mi guarda. “Perché, tu?”. “’75”. Ha fatto una faccia come se gli avessero detto che doveva pagare 2000 euro di bolletta. E senza proferire parola ha continuato a fare allungamenti. Ecco, in quel momento mi sono sentito come te… 🙂

  13. … come sentirsi uno schifo in … 3 .. 2 … 1! 😀

  14. A quel punto hai rimesso le cuffiette, vero? 😛

  15. …chiamasi “smerdata” e capita…
    dal reparto geriatrico fa solo un tantinello più male

  16. E non è meraviglioso pensare che a SETTANTACINQUE anni si può stare alla grande come quel signore ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...