Deve essere il Karma

Il giorno dopo una giornata positiva, ne vivi una negativa venendo a scoprire l’ennesimo colpo basso del tuo capo che ad una riunione in cui parlano dei “tuoi” prodotti con la nuova proprietà, pensa bene di non dirtelo nemmeno.

E’ imbarazzante anche coi colleghi, che ti parlano di ciò che è stato detto e deciso ma si chiedono perché tu non c’eri.

Vorrei mandarlo a fanculo.

In passato mi è capitato di parlare con amici che avevano un rapporto conflittuale con il proprio capo, che erano esasperati, che non ne potevano più.

Io pragmaticamente dicevo loro di non farsi abbattere…e che se proprio non ne potevano più, di cercarsi un altro posto….o altrimenti ingoiare il rospo senza lamentarsi più di tanto. Mal sopporto infatti quelli che si lamentano sistematicamente. O hai la forza di cambiare le cose, o impari ad accettarle.

Ed è quello che oggi mi “consiglio” giorno dopo giorno. Resilienza.

Linkedin ormai è diventato il mio social di riferimento e sto cercando di seminare qua e la….ma intanto sto qua.

Mi lascio sfuggire qualche parola di rabbia ogni tanto, con qualche collega fidato, ma poi alzo le spalle e continuo imperterrito a fare il mio lavoro.

Lui comunque è uno stronzo. Che sia messo agli atti.

https://i2.wp.com/previews.123rf.com/images/sean824/sean8241507/sean824150700299/42589452-Sei-uno-stronzo-Archivio-Fotografico.jpg

 

 

Annunci

34 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I

34 risposte a “Deve essere il Karma

  1. Ci ho provato a resistere, nonostante tutto. Ma quando sei al massimo del sopportabile e allo stesso tempo non vedi una luce consistente per il futuro, allora viene tutto da se, e chiudere la porta non pesa piùneanche tanto. Passa persino la voglia di sbatterla.

  2. – My two cents –
    C’è poco da fare: il capo di base ha il coltello dalla parte del manico, e solo se la fa davvero grossa sparisce prima di te.

    Quindi sì, resilienza mentre cerchi una situazione diversa. Meglio non affidarsi troppo al solo LinkedIn, in ogni caso – ho fondati sospetti che serva davvero a poco – meglio non trascurare anche i soliti canali (annunci, amici, conoscenti, colleghi di altre aziende,…)

    Erano due? Aspetta, m’è rimasto il terzo centesimo, quello avvelenato
    Invece che farti scappare sbotti con le persone della tua azienda, cogli le occasioni per anticipare il parassita: stai facendo qualcosa che ti sembra interessante? Parlane (in modo moderatamente positivo) coi colleghi prima che lo faccia lui alle (e sulle) tue spalle. Quando ti chiedesse un resoconto su qualcosa, sai già che quella è la prossima coltellata che ti tira, quindi cerca di interessare i potenziali ascoltatori in anticipo per far sapere che quella cosa che stai organizzando in prima persona ti appassiona (o è vantaggiosa in generale…)

    • ti ringrazio per i pratici consigli. In effetti è un po’ quello che sto facendo e sto creando una sorta di network parallelo, sia in azienda che fuori, in cui mi comporto come se il mio capo non ci fosse cercando di rimanere il punto di riferimento. Fortunatamente ci riesco abbastanza. L’unica parte che non riesco ancora a coprire è con la nuova proprietà, visto che è proprio li che lui “fa ombra”.
      Però nervi saldi e resilienza…

  3. ade

    e’ in questi momenti che esce il peggio di me…
    e per me che sono donna in un contesto maschile…diventa difficile…ma faccio bene il mio lavoro il resto è tutta noia ..e li fanculizzo ogni 3×2…tanto ritornano sempre….
    il consiglio di CimPy è quello che ti avrei detto anch’io…
    lo so è un brutto vivere ma ormai in giro ci sono solo degli stronzi…
    buona giornata…
    PS ogni tanto fai uscire la parte cattiva dei gemelli 😉
    funziona…

  4. Ma tu hai provato a parlar con lui e chiedergli perchè, come mai, a una riunione che si parlava di te e del tuo lavoro tu non eri stato chiamato?

    • non in questa occasione, ma in passato quando è capitato mi ha sempre detto….con la nuova proprietà è imbarazzante presentarsi in troppi. Lo faccio anche per voi…

      • Puoi rispondergli, si vero, ma ogni tanto credo sia corretto anche e soprattutto nei confronti della proprietà far conoscere chi lavora e per lei e in linea diretta.

        Biosgna esser assertivi, prima di attaccare

      • francamente non ho nemmeno troppa voglia di discutere con lui nuovamente di questa cosa…mi tengo il giramento di coglioni e continuo a lavorare a prescindere da questo…ovvio, il blog è la mia valvola di sfogo e almeno cerco di non ammorbare i miei collaboratori e colleghi con i miei mal di pancia (tocca sorbirveli a voi) 😉

      • “con la nuova proprietà è imbarazzante presentarsi in troppi. Lo faccio anche per voi”

        Beh, ma ha ragione, no? Fallo anche tu: presentati appena puoi alla nuova proprietà – se non puoi, va bene anche ai diretti subalterni a te più vicini e che non siano lui – senza invitarlo per parlare loro del tuo lavoro, magari insieme ai colleghi che ti stimano.

        …Lo fareste insieme anche per lui

      • ahahaha….non c’hai mica tutti i torti sai?

  5. attento al burn out..lavora molto su te stesso e sul tuo benessere e sulla tua autostima…
    perché sti stronzi qua sono come la goccia…ti mangiano dentro. Forza. Coraggio. Bei pensieri. Che il tempo poi agli stronzi fa vedere i sorci verdi

  6. Anche io sto provando a chiudere la porta, aspettando il portone… Pare che all’orizzonte ci sia qualcosa di cui possiedo la chiave… Speriamo di arrivare ad aprire per prima…

  7. Anche il mio è uno stronzo, parla di tanto di etica e valori aziendali e poi si tromba la collega che ha in stanza, che lui stesso tra l’altro ha messo lì promuovendola. Penso però che la ruota giri e che un comportamento corretto non può non portare a qualche buon risultato. Pure qua viviamo grossi cambiamenti a seguito di una fusione gigantesca, può essere l’occasione per cambiare attività e capo.

  8. per adesso resisti, intanto cerchi anche altrove e poi vedrai che un modo di uscirne lo trovi.
    Mi rendo conto che però è una gran rottura di scatole lavorare con certa gente.
    Ma tu sei un gatto resistente!

  9. Il capo stronzo è un classico, purtroppo. Stronzo nel senso che danneggia te senza un concreto vantaggio – ne parla anche Calo M. Cipolla in un saggio divertentissimo.
    La mia soluzione – visto che non ho nessuno sotto di me, nessuna posizione particolare da difendere, è ignorarlo

  10. Questo s’era già capito….e già lo sapevi anche tu, comunque nel tuo campo la gente ti conosce….quindi cerca, sonda il terreno, fai capire, anche se non ufficialmente, che stai cercando altre soluzioni….e vedrai che riuscirai a trovare alternative valide….e a quel punto, mandalo fanculo, sai la soddisfazione!!!!! 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...