Piccoli segnali

Ieri sono andato al mio consueto allenamento di beach tennis. Dopo una ventina di minuti ho sentito una fitta all’inguine. Stupidamente ci ho continuato a giocare sopra (tra l’altro con scatti e tuffi nella sabbia che manco i gatt…ah già che sono gatto pure io) anche perchè a caldo il fastidio sembrava sopportabile.

La notte invece un po’ meno. Si insomma, penso sia uno stiramento e col muscolo freddo mi fa un po’ male quando mi muovo. Forza zero e situazioni imbarazzanti come dover prendere la gamba con le mani quando salgo in macchina o cose del genere. Insomma un relitto.

In ogni caso, già durante la lezione pensavo a quanto incominciasse un po’ a stufarmi quel tipo di attività. Forse l’aver pagato una nuova rata della retta, cara arrabbiata, ha contribuito a farmi fare quei pensieri. Però tutto sommato con la stessa cifra potrei permettermi un abbonamento in palestra dove potrei tornare a fare spinning (che un po’ mi manca) magari più volte la settimana e magari trovando nuovi spunti per il blog (vita da palestra è sempre stato un mio vecchio cavallo di battaglia).

Anche con la corsa non è che abbia molti stimoli. Corro piano, il che mi porta a non pianificare nessuna gara, il che conseguentemente mi porta a non aver obiettivi e quindi motivazioni forti per allenarmi…un circolo per nulla virtuoso dal quale faccio parecchia fatica ad uscire.

Insomma, per un tipo tutto sommato sportivo come me, non è un periodo di grandi entusiasmi.

Suggerimenti?

Risultati immagini per stanchezza sport

 

44 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, palestra, running, Salute e benessere, Senza categoria, spinning, Sport

44 risposte a “Piccoli segnali

  1. silvia

    beh c’è sempre la maglia o l’uncinetto 😛

  2. Il decoupage oppure fare la pasta fillo con il Bimby. 😂😊

  3. Odio i luoghi affollati e sudati. Corsa. Fuori. O almeno camminata veloce senza competizione. Solo per il gusto di fare del bene a te.

  4. Vieni a trovarmi in bicicletta. Ho un balcone vista mare, uno vista città, uno vista colline. Una microcamera per gli ospiti. Un frigo sempre pieno. Alcuni vini discreti.

  5. Che ne dici di iniziare con il pugilato? O almeno: con la preparazione al pugilato, senza arrivare sul ring (ma chi lo sa?). La preparazione è fatta di tante attività diverse e secondo me non ti annoieresti. Se leggi il post di oggi, trovi dei link e degli spunti a una storia davvero appassionante. 🙂

  6. Huber

    Ti consiglio il ronfing, zapping, gironzoling,cazzeging e divaning….sono sport estremi 😉 ma tutto questione di allenamento.

  7. Bia

    Vieni in palestra da noi, allenamento poco, in compenso ci facciamo delle gran belle risate che contribuiscono all’addominale! 😀

  8. Magari con la stessa cifra potresti pagare un fisioterapista… 😉

  9. Leggi ! … Alterna con della buona musica ! Pensa e rifletti ! La ginnastica della mente è importante !

  10. Ciao, articolo molto bello, complimenti. 👏🏻 Ho letto che un tuo vecchio cavallo di battaglia era “Vita in palestra”, cosa intendi? Portavi avanti un format periodico sulla palestra? 💪🏼

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...