The dark side of the moon

L’ho vista l’altra sera.

Roger Waters in concerto, proponendo uno spettacolo, perchè di spettacolo si può parlare, che aveva nei classici dei Pink Floyd la parte principale.

Non voglio parlare tanto del concerto dal punto di vista artistico, quanto dal punto di vista emotivo.

Un tuffo negli anni ’70. Ricordo ancora quando scoprii “veramente” per la prima volta i Pink Floyd. Fu solo con The wall. Avevo 14 anni. Non potevo permettermi il disco per cui mi feci registrare una cassetta da un amico e disegnai la copertina con un rapidograph.

Oggi è quasi difficile farlo, ma allora si ascoltava un album dall’inizio alla fine. Era un viaggio, un film, un racconto. A maggior ragione con The wall.

Il concerto mi ha lasciato le stesse sensazioni. Quelle di un racconto, con un suo inizio, quasi paradossale, un suo svolgimento, con un messaggio di fondo e una sua fine, spettacolare e a sorpresa.

I bassi potentissimi, che ti entravano nelle viscere. Le immagini, a volte forti come un pugno nello stomaco, altre psichedeliche come un film degli anni ’70. Non mi sono mai fatto una canna, ma probabilmente in questo caso ci sarebbe stata.

Forse avrei visto ancora meglio la parte oscura della luna.

 

 

29 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Musica, Senza categoria, Spettacolo e televisione

29 risposte a “The dark side of the moon

  1. Tutto meraviglioso, confermo punto per punto quello che ho visto a Milano, il mio unico appunto va a The Great Gig in the Sky, che stanti le coriste a disposizione, era da omettere. Quella lì, o hai la voce per farla, oppure meglio sorvolare.

  2. I Pink Floyd ormai fanno parte della Storia della Musica e tutto ciò che è stato detto e scritto è semplicemente nulla rispetto a quello che continuano a trasmettere alla generazione di oggi (… e sicuramente alle generazioni future). Penso si tratti solo di Genio, di Creatività allo stato puro che comunque smuove l’Anima e ci collega con i nostri spazi più nascosti. Non penso sia necessario farsi una canna ! Basta semplicemente spegnere il cervello dalle anomalie della vita corrente….

    • Hai ragione. Il mio era solo un modo per far capire che il concerto è andato a toccare corde che andavano al di la della semplice esecuzione musicale, che avrebbe meritato anche una “predisposizione” chimica…(ovviamentela mia era una provocazione).
      Comunque anche l’interminabile intro all’inizio aveva quello come obiettivo…almeno penso.

  3. Io faccio la voce fuori dal coro, nel senso che a me i pink floyd (e quindi la musica loro) non “hanno mai detto niente”.
    Lo so che sembra assurdo perché poi grazie a loro si è sviluppato una nicchia di musica che fa parte del mio dna, eppure loro no.
    Credimi ci ho provato, ma niente, non mi portano via, mi lasciano qua su questa terra a domandarmi “Si vabbè la musica quando arriva?”.

    Mi rendo conto che per qualcuno quello che scrivo pare una bestemmia (te compreso… mi rivolgi ancora la parola?).

    L’unica cosa che comprendo sono (per usare le tue parole) “I bassi potentissimi, che ti entravano nelle viscere”. Ecco quella cosa, di quel suono (i bassi in genere non solo i loro) la capisco. Quel penetrarti, aggrovigliarti e farti anelare pensando “ancora ancora” lo percepisco benissimo
    (sto parlando della musica… 😉 )

    • Non ci posso credere ! Che musica ti piace ? (Non è detto che se non piacciono i Pink Floyd non ti piaccia qualcos’altro !)
      Ciao.

      • Da ascoltare a casa, le musiche celtiche, io credo in vite precedenti di averci vissuto, Ma queste magari mentre, che ne so, faccio le pulizie, cucino. Alcune di queste canzoni me le sento nell’anima.
        Sempre a casa alcune musiche “classiche” ma moderne, tipo questa (che è tra le mi e preferite):

        queste le tengo in sottofondo quando scrivo per esempio.

        Invece da ballare,tanto, tantissimo, tutta la notte, e da ascoltare a occhi chiusi mentre balli, la psytrance. Perchè è un viaggio dentro te che porti fuori attraverso il corpo, e che ahimè non faccio da molto… ma è difficile trovarla facilmente e io tengo pure una certa età ormai 😉 )

    • Di tutto un post dedicato al concerto, l’unico concetto che ti rimane in mente è “penetrarti”…non possiamo continuare a vederci così io e te 😉

  4. Io credo che la musica di allora sia insuperabile… non ci sono più questi artisti, in grado di rimanere presenti per intere generazioni… è cambiato davvero il modo di ascoltare la musica, e per quanto con Spotify possa ascoltare infiniti artisti, un po’ invidio i vinile 😀

  5. Risposta a Diamanta..(Non ho trovato il rispondi)
    Solo per dirti come è tutto relativo anche nella Musica. Non posso dire che la musica Yiruma (River flows…) non sia godibile, anzi… Ma dopo 6 ascolti lascia uno strano senso nel cervello, come aver mangiato un intero barattolo di miele ! :). Sono più per la musica ‘cartavetro’ complessa che comunque dopo 1 milione di ascolti ci trovo ancora qualcosa.. (Per farti un esempio pratico …come la zuppa d’aglio) Anche la musica Pink Floyd la ritengo un pò ‘cartavetro’…. Comunque è veramente tutto relativo..

    A risentirci ! (Abbiamo consumato un pò di spazio al Gatto !)

  6. Penso tu sia quasi coetaneo di mio padre. Sono convinta che prima la musica faceva più parte delle nostre vite. Sono stata cresciuta con ottimi gusti musicali per fortuna 😁

  7. Da un po’ di anni mi sono riavvicinato all’ascolto della musica. Ho fatto un upgrade di quello che una volta chiamavamo “stereo” ed oggi è diventato home theatre comprando anche un “piatto nuovo”. “The Wall” ce l’ho in vinile originale dell’epoca. Avevo 4 anni in più di te, facevo quinta superiore e me lo comprai con la “paghetta”… tutto per dire che su itunes mi sono ripercorso la discografia dei Pink Floyd e ho deciso di prendermi i dischi migliori in vinile… Un saluto e buon ascolto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...