Archivi del mese: luglio 2018

Una serata in palestra

Oggi, la mia terza serata consecutiva in palestra per questa settimana (che vita da queste parti…)

La prima parte prevedeva una lezione di stretching, flexability la chiamano. Facile direte voi. E invece per quanto utile, è stato imbarazzante vedere il sottoscritto, un autentico gatto di marmo, tentare fantozzianamente di allungarsi, alzare arti, tirarsi muscoli, con risultati decisamente mediocri, mentre flessibili fanciulle, la maggiorparte della classe, si contorceva senza problemi manco fossimo al circo. Accidenti ai miei quadricipiti.

Poi l’attesa della seconda lezione, ingannata correndo in scioltezza sul tapis roulant per poi buttarmi alla scoperta dello spirit ride. Non so perchè lo chiamano così, ma di fatto è una sorta di spinning, con esercizi anche per la parte superiore con tanto di flessioni e pesi, delle specie di catene in gomma leggermente appesantite.

Era la mia prima volta e combinazione è stata anche la prima lezione dell’insegnante. Non una grande platea per lei a dire il vero. Quattro gatti, nel senso letterale del termine, disposti peraltro a mo di ascensore, i più distanti gli uni con gli altri.

Ciò nonostante, nonostante fosse un po’ goffa all’inizio, non conoscendo bene i meccanismi delle apparecchiature per l’audio e i video, alla fine è partita e per un’ora circa, ha pedalato, urlato, sorriso, recitato, manco fosse un’animatrice da villaggio.

Encomiabile nell’impegno sia chiaro, solo che stonava decisamente con l’aula semivuota.

Comunque alla fine ho fatto la mia pedalata coreografata con l’insegnante fuori di testa. Devo però ancora capire se mi è piaciuta la lezione oppure no. Toccherà rifarla ancora.

k9dy00

Annunci

8 commenti

Archiviato in il gatto syl, palestra, Senza categoria, spinning, Sport