Archivi categoria: gatti

ecco perchè il venerdì mattina arrivo sempre tardi in ufficio

Cambio le lenzuola ogni settimana. Di solito lo faccio il venerdì mattina. Mi rendo conto di essere abbastanza metodico in questo, ma non così metodico da farlo sempre il venerdì. D’altronde sono dei gemelli mica della vergine.

Però cerco di farlo il venerdì mattina perché poi ci torno a dormire solo il lunedì sera e spesso mi dimentico di averlo fatto. In pratica sfrutto la mia poca memoria (perché lo sapete no, che ne ho proprio poca?) per ingannarmi e pensare che nel weekend sia passata Cenerentola a rifarmi il letto.

Il mio letto non ha le mezze stagioni. Si passa dal piumone invernale al lenzuolo. Al massimo ci può essere un copriletto per le stagioni intermedie.

In questo sono molto uomo, basico senza troppe pretese. On e off. Se sento caldo mi scopro se sento freddo rimedio un plaid d’occasione.

Il letto lo faccio sempre da solo. Prima spalanco la finestra e poi mi metto all’opera.

Preferisco ovviamente l’estate perché è più semplice. Lenzuolo sotto,  meglio se con gli angoli, lenzuolo sopra, due federe e il gioco è fatto.

Col piumone l’attività si complica. Infilare il piumone, nel copripiumone, è certamente più complicato. C’è quella fase in cui il piumone è infilato, ma non è steso bene, che è quella più difficile. Quella in cui pensi “non ce la posso fare”. Guardi il letto e sembra che il cinghiale della Brioschi sia ancora nascosto sotto le lenzuola.

Allora a quel punto incomincio a girare ripetutamente intorno al letto per tirare i vari angoli…prima quello, poi l’altro poi torno indietro e tiro di nuovo quello…

Odio fare i letti singoli perché sono attaccati ai muri. Io invece ci devo girare intorno. Se dovessero filmarmi mentre faccio un letto con quei video a velocità aumentata, si vedrebbe un gatto in mutande (ebbene sì…non mi vesto per compiere questa missione) che gira vorticosamente intorno al letto.

A quel punto, miracolosamente, il piumone si assottiglia, si stende e il letto prende una forma da nuvoletta molto piacevole da guardare. Anzi, verrebbe da buttarsi sopra.

Rimangono poi i due cuscini con cui finire di litigare. Perché io ci litigo, sapete? Mi sembra sempre di dover infilare un preservativo troppo stretto…(si lo ammetto, questa frase è solo marketing). Ma alla fine anche in questo porto a termine l’opera.

Poi, una volta finito, posso chiudere la finestra e iniziare a vestirmi.

Ecco perché il venerdì arrivo sempre un po’ più tardi in ufficio.

 

PS nel video un collega gatto dilettante…

Annunci

67 commenti

Archiviato in gatti, gatto, il gatto syl, me myself and I, Senza categoria

E’ andata…

Dopo gli esami di ripetizione, ho avuto il via libera dal medico sportivo. Posso correre.

Con l’holter non ho avuto problemi, anzi, una ho frequenza cardiaca bassissima, bradicardico come i veri maratoneti.

L’eco cardio invece ha evidenziato un leggero ispessimento di una parete del ventricolo sinistro…da tenere sotto controllo…in pratica ho un cuore troppo grande…ma non ci crede nessuno  😉

Nel frattempo non ho mai smesso di correre, ma l’ho fatto senza obiettivi, giusto per non perdere la forma. Ora invece posso e voglio riprendere un piano di allenamento come si deve. Ferrara è andata, magari la faccio solo come mezza, ma Padova si potrebbe ancora fare….

Forza gatto…corri !!!

running cat

45 commenti

Archiviato in gatti, gatto, il gatto syl, me myself and I, Salute e benessere, Sport

Come capire se il tuo gatto sta cercando di ucciderti

Si lo so….nel blog non è politically correct fare autopromozione, ma questo libro ne vale veramente la pena.

Ne leggo qualche pagina la mattina quando arrivo in ufficio…un po’ come una pillolina omeopatica.

Secondo me funziona…mi scappa da ridere di prima mattina…

Lo consiglio a tutti quelli che amano i gatti…e anche agli altri.

libro gatto fabbri

libro gatto 1libro gatto 2

 

17 commenti

Archiviato in Animali, gatti, gatto, il gatto syl, libri, Ridere

effetto neve e effetto culo

Prima che partissi per la mia settimana bianca, avevo pubblicato un post con l’immagine di un gatto nella neve. Era una sorta di cartolina di saluto visto che per una settimana non avrei avuto modo di accedere al blog.

Immaginate quindi la mia sorpresa quando al mio ritorno scopro che, grazie a quell’immagine e al fatto che la nostra penisola fosse stata ricoperta abbondantemente da una coltre di neve, nel mio modesto blog,  che normalmente vivacchia sulle solite presenze affezionate,  i click fossero triplicati in quel periodo.

Il termine più frequentemente cercato era infatti “gatto nella neve“.

Mi ci sono ritrovato con alcune esperienze editoriali che ho vissuto personalmente. Ma penso si possa esterndere ad alcuni film, o alcuni prodotti.

Quando hai il culo di azzeccare l’argomento giusto nel momento giusto, non ci son santi che tengano. Le vendite decollano!!!

…e senza neanche parlare di sesso !!!   😉

A voi è mai capitato? E se si grazie a cosa?

29 commenti

Archiviato in Animali, Attualità, gatti, gatto, il gatto syl, Media e tecnologia, Senza categoria

la settimana bianca

Dunque è andata benissimo.

Una settimana intera a sciare. Una scorpacciata di piste da togliersi la voglia per un bel po’.

E che piste…..Gran Risa, Sasslong, Porta Vescovo, Vallon…l’università dello sci.

Il paesaggio poi, con le verticali pareti dolomitiche e il Sella come punto di riferimento a cui girare intorno.

Mi sono divertito, stancato e ho staccato la spina (almeno un po’) dall’ufficio.

Silvestrino poi uno spettacolo. Vederlo migliorare giorno per giorno, determinato fino alla grande sfida dell’ultimo giorno, la sua prima nera (nella foto era proprio sull’ovetto che ci portava li sopra).

L’orgogliometro del papi è andato fuori soglia.

Vogliamo parlare poi della cucina? Ne ho abusato senza ritegno e temevo di aver messo su un po’ di trippa da portare a casa. Fortunatamente le sciate e il freddo polare hanno bruciato quanto bastava per mantenere il peso nei limiti.

Ah dimenticavo, mi sono tolto anche lo sfizio di andare sul gatto delle nevi….per andare a mangiare la sera al rifugio…..appunto.

 

 

 

14 commenti

Archiviato in figli, gatti, il gatto syl, me myself and I, Viaggi e vacanze

il gatto delle nevi

Cari bloggers, finalmente un po’ di vacanza e la prossima settimana vado a fare a palle di neve in montagna.

Mi raccomando fate i bravi. Lascio la porta aperta per cui fate come se foste a casa vostra…commenti, like, ping e così via, ma mi raccomando lasciate in ordine quando andate via.

Nel frigo potete trovare un po’ di latte e nel bagno, che è in fondo a destra,  potete trovare anche gli asciugamani per gli ospiti.

baci baci

Syl

 

17 commenti

Archiviato in gatti, gatto, me myself and I, sylvestro, Viaggi e vacanze

La dieta

La dieta, se ci pensate bene, è terribile. Una vera e propria tortura.

Dopo che il vostro palato ha potuto gustare ogni ben di Dio e la vostra mente si abitua a questo piacere (per arrivare alla nausea bisogna abusare in maniera veeeramente esagerata) qualcuno, la vostra coscienza o il vostro medico, vi dice che così non va bene.

Se continuate, pur godendo del piacere del palato, ne subirete delle conseguenze negative.

Incomincia così una lotta intestina con lei, la vostra coscienza. Vorreste ma non potete.

E la natura umana è così perversa che, più non potete e più ne vorreste.

Perchè dico io?

In fin dei conti anche i gatti in carne hanno il loro bel perchè…

PS: io sono quello a destra

18 commenti

Archiviato in Amore, Animali, gatti, gatto, il gatto syl, me myself and I, Ridere, silvestro, sylvestro

il gatto con gli stivali

Sarò un po’ di parte, ma l’ho trovato esilarante.

Vado a comprarmi un paio di stivali pure io.

 

15 commenti

Archiviato in Cinema, gatti, gatto

Domanda

Se è vero che quando il gatto non c’è i topi ballano,

quando ballano i gatti?

16 commenti

Archiviato in Animali, gatti, gatto, il gatto syl

l’autostima del gatto

Domenica mattina. Sylvestro e Sylvestrino sono in bagno. Il primo si sta spogliando per fare una doccia, il secondo medita in seduta.

A un certo punto, serio serio mi guarda e dice:

  • Papà, dovresti metterti a dieta. Ti si è ingrassato anche il pisello.
  • Dici davvero ?(con un sorrisino sornione)

Alcune precisazioni. Il pisello in questione era assolutamente a riposo. Molto probabilmente però, il micetto è stato suggestionato dai discorsi della sera prima dove, a cena da amici, il papà è stato ripetutamente oggetto di scherno da parte degli amici stessi (begli amici) per la sua tartaruga rovesciata.

Ciò detto non nego che il mio ego ha scalato qualche posizione in classifica.

😉

 

PS: lo so, è un post del c….

 

13 commenti

Archiviato in figli, gatti, il gatto syl, me myself and I, Salute e benessere, sylvestro