Archivi tag: calcio

L’epica nello sport

Adoro lo sport e le storie epiche che a volte si portano dietro. Le rimonte in modo particolare riescono sempre a entusiasmare a sorprendere. Che siano rimonte di vita (personaggi caduti nell’oblio e poi rinati) o rimonte sul campo.

Ieri ho assistito ad una di queste pagine.

Per quanto la mia squadra preferita sia ormai uscita dalla champions league per l’ennesima volta, ieri si giocava la semifinale tra il Barcellona e il Liverpool.

A detta dei più i blu-grana catalani erano i favoriti per la competizione, essendo uscite tutte le altre favorite di inizio stagione.

La partita di andata la settimana prima aveva confermato i pronostici. Nonostante una buona partita degli inglesi, il Barcellona si era imposto tre a zero al nou Camp di Barcellona. Tra l’altro con un gol del rinato Suarez e una doppietta del grande Messi, come a ribadire il sigillo d’autore sul risultato finale.

Partita chiusa, così sembrava, anche perchè nei reds mancavano anche i due giocatori più forti e carismatici. Salah soprattutto era uscito in lacrime da un incidente di gioco tre giorni prima.

Solo i temerari e gli irriducibili avrebbero scommesso un penny su un ribaltamento del risultato. I tifosi catalani si sono presentati all’Anfield road pensando di fare una gita di piacere nella fredda cittadina atlantica, senza temere alcunchè per il passaggio in finale.

Invece…

Invece il calcio ci ha raccontato di una squadra, inferiore sulla carta, che è scesa con determinazione pensando in maniera ossessiva ma determinata a segnare almeno tre gol per pareggiare le sorti.

Così è stato, in un crescendo incredibile, fino a quando il belga di origini keniote Origi, panchinaro fisso dei reds, buttato in campo per le assenze dei titolari, ha segnato il quarto gol, di autentica rapina, a dieci minuti dalla fine regalando una finale insperata ai suoi tifosi.

Da brividi il coro con cui questi hanno ringraziato la squadra a fine partita.

Significativa la maglietta che portava Salah in tribuna dove ha potuto assistere all’impresa dei suoi compagni di squadra.

Ecco, io quando ci sono storie come queste rimango affascinato.

Risultati immagini per salah never give up


Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Sport

Un destino ineluttabile

Parlo del fatto che il capitano della Juventus possa alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie.

E’ nel destino delle cose.

Come Titti per gatto Silvestro.

Come beep-beep per Wile. E. coyote.

Come Gerry per Tom.

Non accadrà mai. Perchè se mai dovesse accadere, sarebbe finita la storia. Silvestro, Wile, Tom, non saprebbero più che fare. Come occupare la giornata, quale obiettivo avere nella vita.

E chi se ne frega delle montagne di scudetti.

La vecchia signora aveva solo un obiettivo e l’ha fallito.

E ora potete sparare sulla croce rossa…anzi bianco nera.

Risultati immagini per titti e silvestro

1 Commento

Archiviato in il gatto syl, silvestro

10 pensieri in breve

  1. Pjanic andava espulso ma pure Skriniar su Higuain. E comunque non so se sarebbe finita diversamente.
  2. La Juve sta sul cazzo perchè vince ma mica si può perdere per essere più simpatici. Che poi a me quelli dell’inter non è che siano tutti così simpatici.
  3. Il PD ha perso le elezioni. Renzi mi sta sul culo, ma se un Gentiloni qualunque dicesse le stesse cose che dice lui il 4 marzo le cose sarebbero andate diversamente.
  4. A proposito del 4 marzo…sono passati due mesi ma un governo, dai vincitori, non lo vedo ancora all’orizzonte.  Però la colpa è del PD.
  5. Il nuoto è noioso, ma se seguo delle tabelle, è meno noioso. Comunque che palle la mia sciatalgia. Voglio riprendere a correre.
  6. Non ci sono più le mezze stagioni e non so più come cacchio vestirmi.
  7. L’attrice che interpreta “The good wife” mi fa sangue.
  8. Varese ai playoff di basket non me la sarei proprio aspettata…e ora magari ci divertiamo anche li.
  9. La tartare di tonno di Pescaria vale la coda.
  10. In realtà non vedo l’ora di iscrivermi in palestra.

Risultati immagini per 10

 

 

 

12 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Senza categoria

Breve storia triste

Questa estate sono andato a San Siro a vedere i Coldplay.

Ieri sono andato a San Siro a vedere l’Italia.

In entrambi i casi i panini con la salamella erano buoni.

Non vado spesso a San Siro, ma questa estate mi sono divertito di più.

Immagine correlata

 

12 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Senza categoria, Sport

E’ vero, rosico…

Ieri sera ho visto la partita con mio padre. Per un’ora ho toccato il cielo non credendo ai miei occhi.

Mio padre mi ha pure rimproverato perchè stavo per rompergli il tavolo (emh…in effetti qualche pugno, al gol mancato del 3-0 è arrivato un po’ troppo veemente).

Poi siamo tornati in terra. Non voglio parlare dei se e dei ma, dell’arbitro o degli infortunati…metà degli italiani stamattina aveva un sorriso beffardo…l’altra era attapirata ma orgogliosa. Penso sia inutile dire di quale metà facessi parte io.

Abbiamo perso e posso tranquillamente prendermi impegni per fine maggio. Anzi, finalmente potrò tornare al cinema durante la settimana che tanto ho un sacco di amici milanisti e interisti che mi terranno compagnia.

…certo però che il gol di Cuadrado è il gol più bello che abbia mai visto negli ultimi anni.

26 commenti

Archiviato in Cinema, il gatto syl, me myself and I, Sport

che serata…io e te.

Era il tuo regalo. Me lo avevi chiesto un sacco di volte.

“Papà, voglio andare a vedere la Juve allo Juventus stadium”.

“cavoli figlio mio, non è così semplice. Ci sono 350 km di mezzo e prendere i biglietti è sempre così difficile”.

Però ci siamo riusciti.

Sei venuto qui, viaggiando in treno da solo, per la prima volta. Poi giusto il tempo di salutare i nonni e via in macchina….direzione Torino.

Da fuori sembra proprio un’astronave. Subito dentro ti vien voglia di far le foto…si lo so…in realtà sono più io che voglio far foto.

Però, la foto con la gigantografia di Del Piero…vuoi mettere?

Manca un’oretta…giusto il tempo per un panino con la salsiccia, una birra….io, tu una coca.

Parte la musica….Cacchio gli Ac/Dc…escono i giocatori per il riscaldamento…come fai a non gasarti con Thunderstuck.

Ok…ora ci siamo. Lo speaker annoncia le squadre, ognuno degli 11 leoni è un urlo. Poi parte l’inno…che le parole non le sai ma quando viene il ritornello urli a squarciagola “JUVE….storia di un grande amore…..”.

Parte la partita. La Fiorentina è “nemica” storica. Partita inizialmente contratta. Fa un po’ strano guardarla senza la telecronaca. Però si vede benissimo.

Ecco…Pirlo fa una pirlata e stende l’avversario in area. Rigore. Siamo sotto uno a zero. Stai a vedere che portiamo sfiga.

Pochi minuti e pareggiamo. E’ un urlo liberatorio, una bolgia. Prima dell’intervallo poi segna anche l’apache…tutti a prendere un te caldo, come direbbe Caressa.

Nell’intervallo vai ancora di selfie…questi social ci condizionano.

Si riparte. Altro rigore. Ma quando mai ci è capitato di ricevere contro due rigori. Qui però il capitano dimostra che ogni tanto li para anche lui. E’ come se fosse un gol.

Poi lancio lungo…l’apache è impredibile come il suo destro che trafigge il portiere.

Su la sciarpa…anche perchè con quella che l’ho pagata, figurati se non volevi quella più cara….

Il gol della Fiorentina alla fine serve solo a fissare il punteggio sul 3 a 2.

E’ ora di tornare a casa…il viaggio è un po’ da incubo, ma tu tanto formi già.

Anche Jovanotti lo cantava, prima della partita….”il più grande spettacolo dopo il big bang, siamo noi….io e te”.

10997440_889896177723852_5190476764644180296_o

184

18 commenti

Archiviato in Amore, figli, il gatto syl, Senza categoria

Juventus Campione D’Italia !!!!

Il Gattopensiero sulla vecchia signora:

Non pensavo Conte potesse essere così bravo da gestire la squadra e la pressione in questo modo. Sarò curioso, ma non troppo, di vederlo dopo due sconfitte di seguito

Sapevo che Pirlo era forte ma non così forte

Pagherei per sentire ammettere al cavaliere e Shreck che i veri Pirla sono loro

Lo stadio è fantastico ed è stato il vero dodicesimo uomo in tutte le partite in casa

Il Milan è stato un degno avversario, ma Allegri deve smettere di fare il piangina

Non avrei mai immaginato di esultare per un rigore all’Inter

Buffon è Buffon

L’anno scorso era meglio tenersi Trezeguet piuttosto che prendersi Toni

Diego per me era da Juve, ma se fosse rimasto probabilmente Pirlo sarebbe ancora al Milan

Più che l’imbattibilità a me impressionano le sole 19 reti subite

Fossi Conte contro l’Atalanta giocherei con Barzagli in attacco (è l’unico che non ha ancora segnato) e gli farei tirare l’eventuale rigore

Stamattina ho faticato un po’ per trovare 30 brioches da portare in ufficio. Spero di fare la stessa fatica anche l’anno prossimo

C’è solo un capitano e io lo terrei anche solo per guidare il pullman

 

5 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Sport

il fine giustifica i mezzi?

Chi mi conosce un poco sa della mia laicità, ma di come allo stesso tempo provi a convivere con la religione cattolica per il quieto vivere familiare.

Fatto sta che settimana scorsa, mentre io non ero a casa, passa il parroco per la benedizione della casa. Mio figlio mercoledì sera, al mio rientro a casa mi fa subito notare che padre Paul (pure il parroco inglese …) benevolmente, quando ha benedetto la sua cameretta ha notato la gigantografia di Del piero e lo ha dispensato di un santino ad hoc e di una dose supplementare di acqua santa.

Ho storto il naso e glissato velocemente l’argomento per non dare troppa importanza all’episiodio.

Poi però domenica sera ho rivisto la cavalcata di 40 metri e il capolavoro di sinistro del capitano……e il concetto del Macchiavelli ha incominciato a prendere forma.

Non è che padre Paul può passare a dare la benedizione a tutta la squadra?

19 commenti

Archiviato in Senza categoria, Sport