Archivi tag: decisioni

ma infine…

…stamattina ho parlato con la mia collaboratrice. Era entusiasta. Per lei è una grande occasione. Le brillavano gli occhi quando mi parlava del colloquio che aveva fatto.

Io ho capito come forse per me non ci sia effettivamente più spazio nella nuova avventura e che dopo 16 anni passati a lavorare fianco a fianco sia arrivato il momento di giocarsi le sue, di carte. E l’aiuterò nel riuscirci nel migliore dei modi.

Io dal canto mio sono stato presentato (finalmente, nelle grandi aziende i tempi sono sempre elefantiaci) in maniera ufficiale a quello che sarò il mio nuovo team. Ho visto dei sorrisi, probabilmente hanno bisogno di qualcuno che li ascolti. Un po’ di imbarazzo, soprattutto mio, ma ora inizia il bello, quella della conoscenza.

Forse nella vita ci viene chiesto di fare delle scelte in certi momenti non a caso. Ed è umano avere dubbi, incertezze, pensare a cosa sarebbe successo se…

Ma a valle di queste scelte poi si aprono nuove porte, nuovi percorsi e finchè non li percorri non puoi sapere se ti potranno dare più o meno soddisfazioni.

Chiudi qui quindi il mio trittico del chissà se…da domani si cambia registro.

corsa nella nebbia

PS la foto l’ho scattata stasera durante il mio allenamento serale. Non c’entra molto ma mi piace per cui ve la propongo.

 

Annunci

15 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I

Il dado è tratto

Ringrazio il dottore e accetto l’offerta.

Nel giro di poche ore mille pensieri hanno affollato (stranamente) la mia testa.

Cambio senza cambiare.

Cambio lavoro senza cambiare il datore di lavoro.

Solo io sono capace di queste imprese.

Se ho fatto bene oppure no lo scopriremo solo vivendo (pure Battisti mi metto a citare).

Per il momento ho preso la mia decisione sulla base di ciò che so e sento oggi.

Oggi non ho corso. Stasera vado a giocare a beach tennis…farò cagare.

 

https://i0.wp.com/www.altrapsicologia.it/wp-content/uploads/2015/04/come-costruire-un-dado-da-gioco-con-i-numeri-o-con-gli-animali_a1508f8e8844498865b0fb46dc05dc40.jpg

14 commenti

Archiviato in Lavoro, me myself and I

sono gnocchi

c’è un momento per tutto. Diffido da chi decide di impulso e velocemente. Sicuramente danno un’immagine di se molto positiva, gente con le palle che non ha paura a prendersi le responsabilità. Però a volte sbagliano e magari sbagliano per aver deciso frettolosamente. Sono quelli che “se avessi saputo non avrei fatto così”. Io non voglio dire che bisogna essere sempre attendisti, ci vuole il giusto compromesso. E’ li che si vede la qualità della persona. A volte è più importante decidere subito (mi immagino al pronto soccorso, i piloti d’aereo etc.) ma a volte è meglio prendere tempo per valutare e poi decidere.Quando capire quando è il momento giusto per decidere? Quando gli gnocchi affiorano. Quello è il momento.gnocchi-5.png 

4 commenti

Archiviato in Cucina, Senza categoria