Archivi tag: neve

diario di bordo…data astrale…

Passano i giorni. Da qualche tempo non sono più nel mood “tutto nero” . Ho un nuovo capo, ho un nuovo ufficio…i problemi al lavoro però sono sempre gli stessi.

Oggi ci si è messa pure la neve. Che per carità, in certi contesti è anche bella….ma in città, con tutto il piciu paciu….anche no.

Ho mollato un po’ con la corsa. Niente maratona di Milano, non ho testa, non ho voglia e in più c’è la gara si Sylvestrino quel weekend. In questa prima parte dell’anno proverò qualche mezza, ma senza troppe pretese. Corro poco e soprattutto ne ho poca voglia. Sto facendo meno della metà dei chilometri che facevo fino a un paio di mesi fa. Ieri ho corso di sera, con la torcia, passando davanti ad un improponibile travesta che mi avrà preso per un minatore matto…(perché lui/lei invece, conciato in quel modo…). Sono tornato a casa dopo 10 chilometri, con poca soddisfazione e un raffreddore noioso. Speriamo non degeneri, perché la terza influenza in un mese mi farebbe retrocedere definitivamente fra le mezze seghe.

Sto leggendo con più continuità. Poche pagine ma tutti i giorni. Adesso sto leggendo un bel libro che parla di un bambino simpatico e della finale di Wimbledon tra Borg e McEnroe. Sono arrivato al 4° set.

Stasera non ho cucinato. La mia cena è stata bresaola e caprino, se non fosse per la neve sembrerebbe una mia cena di luglio. Compenso guardando pigramente Masterchef. Stasera c’è pure Cannavacciuolo, ci si diverte. Comunque io faccio il tifo per Stefano. Maria invece non la posso sopportare.

E intanto fuori continua a nevicare…let it snow let it snow let it snow….canterebbe Bublè.

Annunci

26 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, running

Fotografie di una settimana bianca

  • Mercoledì, l’unico giorno illuminato dal sole, con un paesaggio mozzafiato. Le dolomiti piene di neve, i contrasti tra il blu e il bianco, l’aria fredda e pungente.  Solo quella giornata vale la pena.alta badiadolomitidolomiti
  • La cucina, a volte ladina, comunque fatta di polente, di canederli di spatzli, di carne e divini (sia staccati che tutto attaccato).
  • Sylvestrino col suo caschetto, con gli sci ormai paralleli ma i bastoncini ancora inutili accessori e il suo tenerissimo “papà facciamo insieme quella nera?”.
  • I miei sci, dopo tanti anni finalmente a noleggio, lasciando in cantina quelli ormai obsoleti. Che figata, come andare su due binari, peccato che le gobbe…sci
  • Il bombardino, rigorosamente con panna, che sta ai ritter sport come lo spritz, rigorosamente col campari, sta alle patatine.sotto bombardinamento
  • La neve, tanta, che è scesa in quei giorni. Addirittura la partenza anticipata perchè se fossi in voi rientrerei un giorno prima.
  • La sauna, in beata solitudine, con il melafonino a fare da filodiffusione, alla fine della giornata sugli sci.
  • La gran Risa, sia quella rossa che quella nera. Sia con le gobbe che senza. Sia con le pause che tutta di un fiato.

 

  • La faccia di quel tedesco, che alla fine della gran Risa, quella con le gobbe, alzava il sopracciglio in gesto d’intesa come dire…”cazzo ce l’abbiamo fatta”.
  • Le forcelles, nel pomeriggio, senza troppa gente, con le cuffiette nelle orecchie (si lo so, è pericoloso) e i Daft Punk a manetta.
  • La signora del residence sul tetto che spalava la neve abbondantemente scesa.c'è un po' di neve
  • Io che cado il primo giorno, 10 metri dopo aver messo gli sci mentre dico “Sylvestrino, fai come me, così a spazzan….sbadabam” e il pollice che mi fa acora male adesso.
  • I gatti delle nevi che uscivano col buio come i pipistrelli.
  • Il gatto che ci ha portato al rifugio la sera, che da come nevicava sembrava di essere in mezzo a Shining.

l'abominevole gatto sylvestro

 

73 commenti

Archiviato in il gatto syl, Senza categoria, Viaggi e vacanze

effetto neve e effetto culo

Prima che partissi per la mia settimana bianca, avevo pubblicato un post con l’immagine di un gatto nella neve. Era una sorta di cartolina di saluto visto che per una settimana non avrei avuto modo di accedere al blog.

Immaginate quindi la mia sorpresa quando al mio ritorno scopro che, grazie a quell’immagine e al fatto che la nostra penisola fosse stata ricoperta abbondantemente da una coltre di neve, nel mio modesto blog,  che normalmente vivacchia sulle solite presenze affezionate,  i click fossero triplicati in quel periodo.

Il termine più frequentemente cercato era infatti “gatto nella neve“.

Mi ci sono ritrovato con alcune esperienze editoriali che ho vissuto personalmente. Ma penso si possa esterndere ad alcuni film, o alcuni prodotti.

Quando hai il culo di azzeccare l’argomento giusto nel momento giusto, non ci son santi che tengano. Le vendite decollano!!!

…e senza neanche parlare di sesso !!!   😉

A voi è mai capitato? E se si grazie a cosa?

29 commenti

Archiviato in Animali, Attualità, gatti, gatto, il gatto syl, Media e tecnologia, Senza categoria

non dire gatto se non cade sul ghiaccio

Sono riuscito a non cadere durante la settimana bianca

Sono riuscito a non cadere spalando montagne di neve

Stamattina, tutto bello in divisa da ufficio, mentre caricavo l’auto…..swiiiisshhhhhh

 

14 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Senza categoria

Neve

Mi sono fatto un discreto allenamento ai bicipiti.

Hai voglia a spalarne di neve….

 

PS: mo basta però!

17 commenti

Archiviato in bologna, il gatto syl

la settimana bianca

Dunque è andata benissimo.

Una settimana intera a sciare. Una scorpacciata di piste da togliersi la voglia per un bel po’.

E che piste…..Gran Risa, Sasslong, Porta Vescovo, Vallon…l’università dello sci.

Il paesaggio poi, con le verticali pareti dolomitiche e il Sella come punto di riferimento a cui girare intorno.

Mi sono divertito, stancato e ho staccato la spina (almeno un po’) dall’ufficio.

Silvestrino poi uno spettacolo. Vederlo migliorare giorno per giorno, determinato fino alla grande sfida dell’ultimo giorno, la sua prima nera (nella foto era proprio sull’ovetto che ci portava li sopra).

L’orgogliometro del papi è andato fuori soglia.

Vogliamo parlare poi della cucina? Ne ho abusato senza ritegno e temevo di aver messo su un po’ di trippa da portare a casa. Fortunatamente le sciate e il freddo polare hanno bruciato quanto bastava per mantenere il peso nei limiti.

Ah dimenticavo, mi sono tolto anche lo sfizio di andare sul gatto delle nevi….per andare a mangiare la sera al rifugio…..appunto.

 

 

 

14 commenti

Archiviato in figli, gatti, il gatto syl, me myself and I, Viaggi e vacanze

il gatto delle nevi

Cari bloggers, finalmente un po’ di vacanza e la prossima settimana vado a fare a palle di neve in montagna.

Mi raccomando fate i bravi. Lascio la porta aperta per cui fate come se foste a casa vostra…commenti, like, ping e così via, ma mi raccomando lasciate in ordine quando andate via.

Nel frigo potete trovare un po’ di latte e nel bagno, che è in fondo a destra,  potete trovare anche gli asciugamani per gli ospiti.

baci baci

Syl

 

17 commenti

Archiviato in gatti, gatto, me myself and I, sylvestro, Viaggi e vacanze