Archivi tag: supercazzola

la supercazzola

Riunione con i sistemi. 

Nelle settimane scorse una transazione creava dei rallentamenti incredibili. Lamentele su lamentele da parte degli utenti e incontri straordinari con il fornitore per risolvere il problema.

Oggi, nell’incontro di avanzamento una bella slide mostrava una V per segnalare che quel problema era stato smarcato abbattendo i tempi di attesa ad 1/20 rispetto a quelli precedenti.

  • Ottimo – dico io –  e come siete riusciti a risolvere questo problema?
  • Abbiamo riscritto nuovamente una parte del programma con il linguaggio prot.dot che si interfaccia meglio con il lingual basic. Inoltre abbiamo indicizzato meglio lo sparagnaus in modo che sulla piattaforma le code venissero gestite in base al numero di scarpe dell’utente attraverso il file sistem piripicchio.
  • Penso di aver capito….ma a parte la supercazzola che mi ha fatto come potrei capire ancora meglio?
  • In pratica abbiamo usato l’idraulico liquido.
  • Ok ora mi è chiaro.

7 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I

Il consulente aziendale

Non so chi di voi ha l’occasione di lavorare in aziende di grandi dimensioni. Chi ha questa fortuna, ha la possibilità di imbattersi periodicamente e sistematicamente in una figura mitologica mezzo uomo e mezzo tuttologo. Il consulente.

Di solito si muovono in branco e dopo le prime riunioni puntano la preda alla ricerca di informazioni, dati, organigrammi, fatturati, utili  alla compilazione di un powerpoint di almeno 68 slides che normalmente viene presentato il venerdì alle 18.

Il consulente veste bene, sempre in completo blu (a volte i capibranco si distinguono per il gessato), spesso porta gli occhiali e ha il blackberry come protesi al posto della mano destra.

Di solito il consulente viene quando nessuno lo cerca (c’è una simpatica barzelletta a tal proposito) e ha la capacità di rivelarti quello che conosci già.

Non parla l’italiano ma una sorta di supercazzola vagamente anglofona pronunciata però con un forte accento milanese o romano.

Mi è capitato di partecipare a riunioni di kick-off in cui venisse proposto un engagement per fare un action plan, in modo da capire prima i mainstream e poi l’elapsed in cui effettuare i drill down opportuni, con lo scopo di  determinare i what if per migliorare il market share.

Sto tenendo sul mio quadernetto degli appunti un piccolo dizionario. Un giorno lo pubblicherò, diventerò famoso e farò il consulente per le società di consulenza.

24 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Ridere, Senza categoria