Archivi tag: tensione

Ogni anno è la stessa storia

Chi mi segue da un po’ di tempo se lo ricorderà (a meno che non sia uno smemorato come me).

Da diversi anni faccio qualche ora di docenza ad un master. Nulla di eclatante, parlo del mio lavoro e cerco di spiegare a giovani neolaureati che vogliono lavorare nel magico mondo dei libri, come questi vengono “fatti”.

L’argomento devo dire che dopo “anni di marciapiede” lo conosco piuttosto bene. Quello che invece rappresenta per me il problema è tenere la lezione.

Parlare in pubblico mi ha sempre intimorito. Per quanto possa sembrare strano, sono timido (che per un egocentrico come me sembra un ossimoro) e parlare a più di tre o quattro persone contemporaneamente, rappresenta già una prova impegnativa per me.

Oggi avevo la prima lezione e posso dire di ritenermi soddisfatto. Nonostante il terrorismo della segretaria del master che mi ha confidato, prima della lezione,  che quest’anno i ragazzi sono molto critici con alcuni docenti, contestando la qualità delle lezioni, mi sono presentato in aula e ho tenuto le mie due ore di lezione frontale abbastanza bene.

I ragazzi mi sembravano attenti (nonostante fossero le ultime due ore della giornata), prendendo appunti e facendo domande pertinenti. Quindi tutto bene.

Eppure, sotto la mia camicia, sentivo la sudorazione più vivace che mai. Deve essere il mio modo per sfogare la tensione, l’ansia da prestazione (nel weekend ho rivisto e studiato la lezione manco dovessi essere interrogato).

Fortunatamente l’esperienza aiuta, così come il fatto di indossare la camicia rigorosamente bianca. La penombra dell’aula (c’era il videoproiettore) ha aiutato a far vedere meno lo spettacolo imbarazzante della camicia stropicciata…almeno mi illudo che sia così.

Questa cosa è sempre stata un handicap per me e per le mie relazioni professionali. Lo stesso problema si ripesenta puntualmente quando ho delle riunioni piuttosto numerose in cui devo tenere banco.

Invidio in queste occasioni le capacità di una mia amica speaker radiofonica, dalla parlantina sempre sciolta e disinvolta

Mi hanno consigliato di tutto un po’. Dai fiori di bach (nonostante il mio scetticismo verso la medicina naturale), alle magliette intime da indossare sotto la camicia (che però mi danno veramente fastidio) al fatto di fare un corso di public speaking (che ovviamente non ho ancora fatto).

Eppure ogni anno è sempre la stessa storia…

sudore-e1468838235125

Annunci

20 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I, Scuola, Senza categoria

Oggettivamente….

Oggettivamente sono molto nervoso.

Lo dimostra il mio post precedente, che traspira rancore anche se non era quello il mio intento.

Ovviamente non è il post il problema, ma quello di cui parla, perché se ho scritto in maniera rancorosa, è certo che anche nel colloquio che ho avuto ho trasmesso lo stesso sentimento.

Lo dimostra il fatto che in ufficio sono intollerante con quelli che si lamentano, che recriminano, che sono ottusi, o almeno così appaiono ai miei occhi.

Lo dimostra il fatto che stasera sono riuscito ad alzare la voce anche mentre giocavo a beach tennis, un’attività che dovrebbe scaricarmi e invece…

Sono litigioso. Ho un carattere a volte non facile ma in questo periodo sono ancora più insopportabile.

Anche Teto me l’ha detto, secco e diretto come suo solito…e di lui mi fido.

Se ci fossero i campionati europei di litigio arriverei come minimo ai quarti di finale….e poi chissà….

Devo calmarmi. Devo rilassarmi. Devo ridurre lo stress.

Forse avrei bisogno di ferie….forse dovrei cambiar vita….o forse dovrei cambiare acconciatura…..no quella non posso.

https://i1.wp.com/www.cartoonbrew.com/wp-content/uploads/2013/01/Hippety_sylvester.jpg

31 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I

Fotografie di una gara di scherma

Il caos nella palestra (12 pedane, 24 atleti in gara + quelli in attesa, ognuno col proprio allenatore)

L’assaggio di prosecco al bar col “mandi” del barista

L’eleganza di questi ragazzi vestiti di bianco

La tensione negli occhi di Sylvestrino e il suo sangue freddo

La cerimonia della sua vestizione come quella di un guerriero

La tensione del papà

Le lacrime degli sconfitti

Le lacrime dei vincitori

Le urla scellerate di alcuni maestri

I gesti magnetici dei giudici (altro che gli arbitri di calcio)

I panini mangiati sugli spalti

5 ore di auto ascoltando i racconti del maestro di sciabola (con un alitino che ti raccomando…)

Un sorriso che spunta sotto la maschera sollevata alla fine dell’assalto

Il saluto con l’arma e la stretta di mano con la sinistra

Il calendario delle prossime gare e la domanda…”quante ore ci vogliono per andare in Puglia?”

sciabola

18 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I

Devo fare qualcosa

Oggi mega riunione. Dovevo presentare un progetto importante, probabilmente il più importante che mi sia mai capitato di proporre.

Platea di tutto rispetto, se dovessi calcolarne il costo (costo del personale/ora X numero presenti X durata dell’incontro….come insegnano i consulenti) penso sia una di quelle più costose che abbia mai condotto.

Il progetto è oggettivamente complesso ma interessante. E’ da un anno che ci giro intorno per capirne la fattibilità.

Oggi dovevo presentarlo per avere il via libera.

L’ho avuto, con un buon dibattito (segnale di interesse) e apprezzamenti finali.

Quello che devo imparare a fare è però riuscire a dominare la tensione.

Perchè quando mi capita di parlare in pubblico, e sono teso….sudo.

Cazzo è più forte di me, e non dipende dalla temperatura o dall’umidita…..semplicemente il corpo incomincia a imperlarsi di gocce di sudore. Fortunatamente inodore (mi doccio ad ogni minima occasione) e non in volto, ma la camicia credetemi era un campo di battaglia. Sentivo le gocce di sudore scorrermi sul petto, provocandomi tra l’altro un terribile solletico mentre parlavo. E non potevo nemmeno tamponarle con la camicia stessa per non peggiorare ulteriormente la situazione.

Ci sono una serie di accorgimenti che ormai ho imparato con l’esperienza. Ad esempio indossare una t-shirt sotto, anche se lo trovo abominevole e provoca ulteriore calore, oppure mettere una camicia bianca.

Oggi mi sono completamente dimenticato di questi accorgimenti….e continuavo a parlare nascondendomi dietro lo schermo del pc.

Imbarazzante…però c’è qualcuno che è messo peggio di me.

camicia sudata

16 commenti

Archiviato in il gatto syl, Lavoro, me myself and I

Alla fine ci siamo….

Mesi di allenamento. Le ultime settimane in maniera meticolosa manco dovessi partecipare alle olimpiadi.

Domenica alle 11 sarò ai nastri di partenza della Stramilano Agonistica.

Penso di partire abbastanza dietro nel gruppo e di passare sotto lo striscione della partenza qualche minutoi dopo. Da li scatterà il mio cronometro e la mia playlist che con la Cavalcata della Valchirie mi lancerà verso il percorso che 21 km e 97 metri dopo mi farà arrivare all’Arena di Milano.

Spero di fermare quel cronometro prima delle due ore. Questo è il mio obiettivo.

Ieri sera l’ultimo allenamento di rifinitura mi ha lasciato buone sensazioni….però chissà quali scherzi può giocare la tensione.

Di certo il tempo non sarà un grande alleato….

Ovviamente guai al primo che mi fa gli auguri !!!!!

 

http://www.ilmeteo.it/meteo/Milano?refresh_ce

RunningInRain

30 commenti

Archiviato in il gatto syl, me myself and I, Sport